Baldissoni: “Il tema delle barriere è da affrontare al più presto. I nostri tifosi non creano problemi.

Queste le dichiarazioni di Mauro Baldissoni, dg dell’AS Roma, prima della partita contro l’Atalanta ai microfoni di Mediaset Premium.

Spalletti ha parlato di battaglia oggi sul campo dell’Atalanta. Il futuro di Spalletti? “La battaglia è prerogativa di qualsiasi partita di calcio e se non si battaglia non si vincono le partite. Qui a Bergamo a maggior ragione, considerando la forza dell’avversario altrimenti si torna a casa a mani vuote. Per quanto riguarda il futuro del tecnico, Spalletti lo ha detto tante volte e ha deciso questa linea che deve essere un messaggio che vuole passare alla squadra: i rinnovi si meritano e bisogna battersi per vincere qualcosa se si vuole restare alla Roma. Il messaggio vale per tutti, allenatore e squadra. Non ci saranno problemi nel proseguire ma vuole che sia frutto del lavoro e dei risultati in campo”.

Gomez obiettivo di mercato? “Possiamo dire che è un ottimo giocatore ma non commentiamo mai le ipotesi di mercato”.

Non parla neanche del futuro di Nainggolan e De Rossi? “A maggior ragione”.

La partita di oggi è un test anche per i tifosi? “Non credo che sia un test. I nostri i tifosi, sia nella gran parte della stagione scorsa che in questa, hanno frequentato tutti gli stadi d’Italia dimostrando di essere in grado di partecipare ad una manifestazione sportiva senza creare problemi. La stessa cosa sta accadendo all’Olimpico. Il tema delle barriere è da affrontare al più presto, dobbiamo dare responsabilità al pubblico che deve dimostrare di rispettare le regole. Chi non le rispetta deve essere escluso ma gli altri devono poter godere dello spettacolo nelle migliori condizioni. Non è con le barriere che si può offrire uno spettacolo con lo scopo di riconquistare le persone”.

Resistenze sul progetto stadio: “C’è necessità di nuove infrastrutture per fornire immagini migliori che sia più attrattiva a livello mondiale. E’ un tema che riguarda il sistema calcio. Il nostro progetto è in fase avanzata dal punto di vista procedurale e amministrativo e ci aspettiamo di vederlo portato a termine come procedimento amministrativo. Lo abbiamo fatto nel rispetto delle leggi e delle delibere comunali. Poi è cambiata la Giunta comunale, noi non commentiamo le opinioni e preferiamo continuare quello che è il procedimento amministrativo in corso. Ci auguriamo sia un successo perché sarebbe la prima applicazione della Legge Delrio sugli stadi”.

Massara direttore sportivo. Si guarderà ai settori giovanili italiani? “Crediamo tantissimo sui giovani del settore giovanile, questo evidente per quelli che sono i risultati che consegue il settore giovanile della Roma e per i calciatori in grado di produrre. Il giovane italiano è quello più facilmente osservabile ed è il primo che viene preso in considerazione. Quando si va a cercare un giocatore straniero si fa per una valutazione tecnica ed economica che a volte diventa più conveniente per quello che è il grado di maturazione. Abbiamo un problema in Italia che spesso sottovalutiamo: arrivati all’Under 19 il calciatore non è pronto per fare un salto in una grande squadra come la Roma. Ci vorrebbe un passaggio intermedio, favorito dalla possibilità di avere un controllo sui giocatori: da qui l’idea di avere le seconde squadre in altre categorie dove il calciatore resta sotto il controllo della società. Cosi invece si è costretti a mandarli in giro senza un controllo, quindi vengono affidati alle esigenze legittime del momento della squadra in cui stanno giocando. I giovani stranieri, invece, sono pronti già per misurarsi ad alti livelli”.

Leave a Reply

*


Warning: curl_setopt() [function.curl-setopt]: CURLPROTO_FILE cannot be activated when in safe_mode or an open_basedir is set in /home/admin/domains/centrosuonosport.it/public_html/wp-includes/Requests/Transport/cURL.php on line 391