Pallotta: “Nessun problema con Spalletti, mi auguro possa rimanere”

Pallotta: “Nessun problema con Spalletti, mi auguro possa rimanere”

Queste le dichiarazioni di James Pallotta al termine della partita contro il Sassuolo ai microfoni di Mediaset Premium.
La partita: “Avevo sensazioni positive, sono stato a Trigoria oggi e ho trovato la squadra in buone condizioni dal punto di vista psicologico. Ero anche ottimista perché la partita contro il Lione era stata positiva nella quale la squadra aveva mostrato un atteggiamento positivo. Nel primo tempo alcune cose non sono andate, c’è stata una partenza un pò lenta, poi Spalletti si è fatto sentire nello spogliatoio, le cose sono cambiate e non ci sono state le corse pericolose del Sassuolo viste nella prima parte di gara”.
Sono giorni cruciali per le strategie del futuro della Roma: “Tutto si sta muovendo nel migliore dei modi, con la possibilità di iniziare a giugno i lavori. Sono stati incontri importanti. Con Spalletti il rapporto è eccellente, sono soddisfatto del suo lavoro ed è perfetto per la Roma. Mi auguro possa rimanere. Non ci sono problemi tra noi”.
Si va avanti con Spalletti e con Totti il prossimo anno? “Pensavo si parlasse della partita e non del loro futuro…”
Obiettivi: “L’obiettivo è la Champions. Bisogna fare il proprio dovere. C’è una pausa che ci può regalare un po’ di riposo ma la cattiva notizia è che abbiamo tanti calciatori impegnati nelle nazionali che non si riposeranno. La cosa positiva di questo week-end è che abbiamo guadagnato un piccolo vantaggio su Inter e Lazio, il Napoli ha vinto è vero ma il calendario è molto buono e c’è la possibilità concreta di andare in Champions League”.
La Roma ha raggiunto gli obiettivi da lei fissati? “C’è una dimensione tecnica, di risultati sportivi, dove la Champions League rappresenta il territorio naturale di questo club e sono soddisfatto della presenza quasi stabile in questi anni nella competizione. I cartellini rossi nel doppio match contro il Porto, quest’anno, hanno condizionato in negativo questo tipo di scenario. La Champions League è l’obiettivo e sono ottimista per quest’anno. Poi c’è un aspetto strategico che riguarda lo stadio, non è facile competere senza stadio, perché uno stadio, soprattutto un distretto di entertainment nel quale ci può essere la possibilità di godere di questo tipo di strutture, può diventare decisivo per mettere soldi utili per la squadra”.

Leave a Reply

*