Manolas: “Il mio futuro lo sa Dio, penso a fare bene con la Roma. Nainggolan? Mai detto che deve andare via”

Manolas: “Il mio futuro lo sa Dio, penso a fare bene con la Roma. Nainggolan? Mai detto che deve andare via”

Queste le dichiarazioni di Kostas Manolas ai microfoni di Sky Sport.
Come arrivate alla sfida con l’Empoli? “Arriviamo bene, da tre vittorie consecutive. E’ una partita dove serve solo vincere, l’Empoli non gioca male ma è in fondo alla classifica e noi dobbiamo vincere”.
Che ricordi hai della gara dell’andata? “Ho un ricordo bruttissimo, mi sono spaccato il naso e abbiamo pareggiato, è andato tutto male”.
Napoli-Juventus: “Non tifo per nessuna, sarà una bella partita e vedremo come sarà il risultato”.
La Roma fa ancora in tempo a vincere in questa stagione? “Speriamo di si, dobbiamo sempre crederci. Abbiamo due obiettivi difficili ma dobbiamo crederci sempre e continuare a lavorare”.
E’ possibile la rimonta contro la Lazio? “Se la palla non entra non si può mai dire. Sono fiducioso ma servirà ripetere la partita disputata contro il Lione”.
La rimozione delle barriere: “I nostri tifosi ci mancano tantissimo. Leggo che lo stadio sarà pieno e sarà per noi una spinta extra”.
Il tuo futuro: “I giornali scrivono che sarà al Barcellona, all’Arsenal, al Real Madrid, all’Inter, alla Juventus. Chi ho dimenticato? Il Psg… Lo sa solo Dio il mio futuro. Io dovrò fare bene alla Roma perché ho 2 anni di contratto”.
Ti senti legato a questa squadra? “Mi sento legato, i tifosi mi hanno sempre sostenuto e prometto che darò il 110% e metterò tutto il mio cuore per questa squadra”.
Hai parlato anche di Nainggolan. La Roma non è un grande club? “La Roma è un grande club, non ho mai detto il contrario altrimenti non sarei qui. Non ho mai detto che Nainggolan deve andare via, ho detto che può giocare ovunque perché è un top player. Non lo spingo io via da Roma, la scelta è sua”.
Il futuro di Spalletti. Cosa ti ha insegnato? “Mi ha insegnato di credere serpe nella vittoria, perché lui vuole vincere sempre”.
Difesa a 3 o a 4: “Mi trovo meglio a 4, ho fatto le mie migliori partite a 4. Ma se il mister decide di giocare a 3 io devo abituarmi”.
Il difensore più forte affrontato in Italia?  “Come marcatore Chiellini, sempre attento e concentrato”.

Il più forte attaccante che hai mai affrontato in Italia? 
“Higuain. Non dico altro”.

Leave a Reply

*


Warning: curl_setopt() [function.curl-setopt]: CURLPROTO_FILE cannot be activated when in safe_mode or an open_basedir is set in /home/admin/domains/centrosuonosport.it/public_html/wp-includes/Requests/Transport/cURL.php on line 391