Di Francesco: “La partita contro il Chelsea ci deve dare consapevolezza”

Queste le dichiarazioni di Eusebio Di Francesco ai microfoni di Premium Sport dopo Chelsea-Roma: “La partita di questa sera ci deve dare non presunzione ma consapevolezza: siamo una squadra che se lavora in un determinato modo, tutti insieme, come io voglio, si potrà togliere grandi soddisfazioni. Dzeko è nato per fare questi gol, ha delle qualità indiscusse ed è stato criticato troppo spesso in maniera sbagliata. Al di là delle reti segnate, sottolineerei la disponibilità dimostrata per i compagni di squadra: questo è un dettaglio che ha fatto la differenza. Lui ogni tanto tende ad aprirsi troppo spesso sulle fasce, ma io voglio che copra più il gioco centralmente in fase offensiva: stasera lo ha fatto molto bene e questo ci ha permesso di portare una grande aggressione agli avversari”.

C’è rammarico per la mancata conquista della vittoria? “Abbiamo commesso delle ingenuità nel giocare la palla: più a livello concettuale, non parliamo di errori tecnici. Nei primi due gol abbiamo sbagliato le giocate, le scelte fatte: per esempio il terzino deve fare l’uno due esterno e non interno. Vedendo la partita, però, noi abbiamo creato davvero tanto stasera e lo abbiamo fatto con qualità”.

Vi inizia a piacere lottare per questa Champions? “Noi abbiamo lottato anche in campionato, dove abbiamo una partita in meno. Contro il Napoli nel primo tempo non abbiamo dimostrato l’atteggiamento che volevo, come invece si è visto oggi. Nonostante il 2-1 per loro, stasera abbiamo fatto quasi il 70 per cento di possesso, sempre nella metà campo avversaria: questo significa che siamo venuti a fare la partita. Contro il Napoli, nei primi 45 minuti, non ci siamo riusciti un po’ per merito loro e un po’ per demerito nostro, però nella ripresa si è visto l’atteggiamento di oggi”.

Kolarov è forse uno degli acquisti a livello di qualità prezzo migliori che c’è stato in estate? Di chi è stata l’idea? “È stata l’idea di tutti. Al di là del giocatore abbiamo indovinato a prendere l’uomo e il professionista. È un esempio nel preparare gli allenamenti e le partite. Non è più giovanissimo, ma ha una grandissima qualità che unita alla costanza di prestazione lo rendono un giocatore devastante in questo momento”.

Oggi sotto di due gol si è vista la forza mentale della squadra. “Vi assicuro che durante la gara, anche quando eravamo sotto di due gol, stavo vedendo la squadra che metteva in pratica tutte le cose che chiedo io. L’abbiamo preparata scegliendo di andare a prendere i loro centrali sempre, uscendo con gli esterni, invitandoli a giocare all’interno. È normale che se non fai gol poi davanti a una piccola ingenuità gli avversari riescono a trovare il gol. Dal punto di vista della prestazione sono davvero soddisfatto, c’è rammarico perché quando fai così certe partite devi portarle a casa”.

Leave a Reply

*


Warning: curl_setopt() [function.curl-setopt]: CURLPROTO_FILE cannot be activated when in safe_mode or an open_basedir is set in /home/admin/domains/centrosuonosport.it/public_html/wp-includes/Requests/Transport/cURL.php on line 391