Pallotta: “A causa di pochi individui Roma e la Roma vedono la propria immagine rovinata

Pallotta: “A causa di pochi individui Roma e la Roma vedono la propria immagine rovinata

Queste le dichiarazioni di James Pallotta in zona mista.

I fatti di Liverpool: “Non voglio parlare della partita contro il Liverpool, perché quelle sono delle partite bellissime, straordinarie, dei grandi eventi sportivi, ma non è questione di vita o di morte. Questione di vita o di morte è la situazione nella quale versa il tifoso del Liverpool Sean Cox. Il risultato passa in secondo piano, non mi interessa e non voglio neanche parlarne. Sono molto triste per Roma, per l’AS Roma che a causa di pochi individui vede la propria immagine rovinata e calpestata in questo modo. Non conosco bene i fatti, come siano andate le cose, come un po’ tutti ho visto le immagini video, le immagini di vedere Sean che giace a terra sono terribili, è una espressione di massima stupidità degli uomini, dell’essere umano. I miei pensieri vanno alla famiglia del tifoso.

Per me è assolutamente deprimente che pochi elementi, che alcuni mesi fa ho etichettato, a cui ho attribuito un epiteto che tutti conoscete, rovinino l’immagine di tutti. I nostri sono dei tifosi straordinari, la Curva Sud ha dei tifosi straordinari, e se è stato possibile fare una rimonta come quella con il Barcellona è grazie al contributo del 99,9% di quei tifosi della Curva Sud. Purtroppo una piccolissima frangia, di solito al di fuori della partita e degli stadi, rovina tutto. Ma è tempo che le cose cambino in Italia e a Roma, perché queste cose stanno succedendo troppo spesso.

Vi racconto un episodio che mi è capitato nel 1993: a Firenze ho visitato un museo che tutti conoscete, successivamente sono andato a cena, anzi inizialmente era previsto che ci andassi proprio accanto al museo, invece per un cambiamento di programma sono andato in un altro posto, anche migliore, ma più lontano, l’indomani sono partito alle 6 di mattina per Parigi. Avevo sentito delle sirene, un qualcosa, ma non sapevo bene cosa fosse successo. Arrivato a Parigi il concierge dell’hotel mi ha subito chiesto cosa era successo e mi parlava di bombe, per cui non capivo a cosa si riferisse, stavo ancora facendo il check-in e stavo prendendo una birra con un amico. Scorrendo i primi notiziari mi sono accorto che il 20% del museo era stato fatto saltare in aria. In quell’occasione gli italiani scesero in strada manifestando contro questa criminalità organizzata. Forse è il caso che si inizi a prendere posizione in questo senso, purtroppo il calcio italiano, Roma hanno una storia in questo senso che ormai dura da troppo tempo. Questo è un problema non solo per Roma ma per l’Italia in generale. Purtroppo questo ci consegna una reputazione immeritata. I nostri tifosi sono fantastici, i migliori del mondo e purtroppo per questa minoranza di perfetti imbecilli rischiano di compromettere la nostra storia, il nostro patrimonio culturale”.

Leave a Reply

*


Warning: curl_setopt() [function.curl-setopt]: CURLPROTO_FILE cannot be activated when in safe_mode or an open_basedir is set in /home/admin/domains/centrosuonosport.it/public_html/wp-includes/Requests/Transport/cURL.php on line 391