Zingaretti: “Stadio? Partita la macchina amministrativa. Fondamentale l’approvazione da parte del Consiglio Comunale della variante urbanistica”

Zingaretti: “Stadio? Partita la macchina amministrativa. Fondamentale l’approvazione da parte del Consiglio Comunale della variante urbanistica”

zingaretti

Si  è concluso da poco l’incontro in Regione tra Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, e il presidente dell’AS Roma, James Pallotta. Queste le dichiarazioni di Zingaretti: “Per me è stata la prima occasione d’incontro con mister Pallotta su questo grande tema dello stadio. Un’avventura iniziata molti mesi fa invece nei rapporti con il Comune di Roma. Noi, volutamente, in questi mesi siamo stati lontani dalle cronache o dalle polemiche giornalistiche su questo tema, non per un elemento di distrazione di questo grande progetto ma per un elemento di serietà. E abbiamo sempre detto, quando sarà il turno della Regione, non mancheremo di fare il nostro lavoro e il nostro dovere. Ora questo momento è arrivato e quello che abbiamo garantito, ovviamente, è che noi saremo i garanti della trasparenza, della correttezza delle procedure. Come mi è capitato di dire saremo tifosi nelle partite ma obiettivi nelle procedure, perché è un grande progetto di sviluppo ed è giusto che meriti le attenzioni che le istituzioni devono dare a progetti importanti come quello di cui stiamo parlando. Essere garanti nelle procedure vuol dire mettersi a disposizione, vuol dire che in Regione già è stato istituito un ufficio di scopo, vista l’importanza e la complessità del progetto, a garanzia sia della società, sia dell’amministrazione comunale, dell’attenzione che bisogna porre a questo grande progetto, cosi come crediamo sia giusto anche nel tema della trasparenza rendere tutto pubblico. E quindi nel sito della Regione ci sarà un open data Stadio della Roma, open data nel quale tutti i documenti della Conferenza dei Servizi saranno resi a disposizione di tutti coloro che lo vorranno valutare, conoscere e seguire. La macchina amministrativa è partita, il primo appuntamento importante è per il 20 Settembre, giorno nel quale la società dovrà presentare le caratteristiche del progetto ai vari interlocutori istituzionali, si avrà tempo due settimane per sollecitare nuove documentazioni o sottoporre quesiti e per il 3 Novembre è convocata la prima, ufficiale, decisoria sessione della Conferenza dei Servizi. Oggi è stata la prima occasione per un contatto perché, ripeto, è questo il modo giusto di procedere. Un’istituzione che rispetto a un grande progetto si fa garante della trasparenza e della forza delle procedure amministrative ed era giusto a questo punto avere un contatto diretto, dando le garanzie che la Regione farà di tutto affinché questo progetto, ascoltando tutti gli interlocutori e i pareri degli stessi, possa andare avanti. Ho comunicato, ma era già chiaro nell’incontro, che su questo il Comune di Roma, ovviamente non solo informato, ma credo sia anche d’accordo, che un passaggio fondamentale è l’approvazione da parte del Consiglio Comunale della variante urbanistica. Cioè, qualora si confermasse un orientamento positivo, tutto l’iter amministrativo è legato all’approvazione da parte del Consiglio Comunale, il più presto possibile, nelle settimane che abbiamo davanti, di questo importante atto che ha bisogno del vaglio e dell’approvazione del Consiglio Comunale. Ma questo tema è già stato affrontato negli incontri tra l’assessore Civita e l’assessore Berdini; sta ora nell’avvio delle procedure da parte dell’Amministrazione Comunale, mettere in campo la procedura amministrativa perché contemporaneamente il Consiglio Comunale si pronunci su questo progetto“.