L’avversario di turno: il Viktoria Plzen

L’avversario di turno: il Viktoria Plzen

(di Emanuele Venditti) – La Roma, dopo la vittoria al cardiopalma arrivata contro la Sampdoria grazie ad una straordinaria prestazione di Francesco Totti, è pronta a tornare in campo contro il Viktoria Plzen per la prima gara del Gruppo E di Europa League. L’ultimo match della Roma in questa competizione risale alla stagione 2014/2015, quando partì dai sedicesimi di finale, dopo essere arrivata terza nel girone di Champions League. In quell’occasione i giallorossi, dopo aver battuto il Feyenoord, uscirono agli ottavi di finale contro la Fiorentina che vinse per 3­-0 all’Olimpico, dopo l’1­-1 del Franchi. Gli uomini di Luciano Spalletti sono chiamati a vincere per dare fiducia all’ambiente, anche in vista della partita di domenica contro la Fiorentina, e per dimostrare sul campo di essere la squadra più forte del girone. Il Plzen, dal canto suo, non vuole deludere i propri tifosi che per l’occasione riempiranno la Doosan Arena. Le squadre sono approdate in Europa League in seguito all’eliminazione dal preliminare di Champions, la Roma contro il Porto e il Plzen contro il Ludogorets, quindi per entrambe c’è voglia di riscatto. Tra i due club non ci sono precedenti. L’ultima squadra ceca incontrata dalla Roma fu lo Slavia Praga nei quarti di finale della Coppa Uefa 1995/1996: dopo la sconfitta esterna per 2­-0 dell’andata, la Roma nella gara di ritorno ribaltò il risultato grazie alla doppietta di Moriero e il gol di Giannini, ma venne beffata ai tempi supplementari da Jiri Vavra che siglò la rete del 3­-1 eliminando la squadra di Mazzone dalla competizione. Per il Plzen invece sarà la terza sfida con un’italiana, dopo i match contro il Napoli, che fu eliminato con il risultato complessivo di 5-0, e il Milan, che dopo il 2-2 dell’andata, vinse 2-0 al ritorno.

VICTORIA PLZEN ­ Il Victoria Plzen, attualmente al quarto posto in campionato, è reduce da due vittorie consecutive contro Slavia Praga e Liberec. L’allenatore Pivernik, per la sfida contro la Roma, dovrebbe fare affidamento sul 4-­2-­3-­1, con Kozacik tra i pali e la linea difensiva composta da Matějů, Hejda, Hubník e Limberský. Nella linea mediana dovrebbero scendere in campo Horomada e Horava mentre Petrzela, Kopic e Duris daranno supporto all’unica punta Bakos.

PROBABILE FORMAZIONE: Kozacik; Matějů, Hejda, Hubník, Limberský; Horomada, Horava; Petrzela, Kopic, Duris; Bakos.

ROMA ­ Luciano Spalletti potrebbe fare un pò di turn­over in vista dell’importante sfida di domenica contro i viola. Tra i pali spazio ad Alisson che darà un turno di riposo a Szczesny. In difesa Fazio dovrebbe essere schierato in coppia con Manolas. Una buona notizia arriva dalla convocazione di Vermaelen che sembra aver recuperato dall’infortunio che non gli ha permesso di scendere in campo contro la Sampdoria. Le fasce dovrebbero rimanere le stesse di domenica con Bruno Peres a sinistra e Florenzi a destra. A centrocampo non ci sarà Daniele De Rossi, in seguito alla squalifica rimediata nel preliminare di Champions League contro il Porto, e quindi spazio a Paredes insieme agli insostituibili StrootmanNainggolan. In attacco dovrebbero scendere titolari Dzeko, Salah e Iturbe, che potrebbe essere impiegato dal primo minuto al posto di El Shaarawy.

PROBABILE FORMAZIONE: Alissona; Peres, Fazio, Manolas, Florenzi; Paredes, Strootman, Nainggolan; Iturbe, Dzeko, Salah.

ARBITRO ­ Arbitrerà l’incontro Ruddy Buquet, che sarà assistito dai guardalinee Frédéric Cano e Guillaume Debart. Gli addizionali saranno Tony Chapron e Amaury Delerue, il quarto uomo invece Eric Danizan. Per l’arbitro francese sarà la prima volta con entrambe le squadre, la terza invece con una squadra italiana, dopo le sfide di Europa League tra Napoli e Young Boys, terminata 2­-0 per gli svizzeri, e la gara tra Lazio e Sparta Praga che sancì l’eliminazione dei biancocelesti con il risultato di 0­-3 in favore degli ospiti.