Spalletti: “Meritavamo un risultato diverso. Serviva maggiore cattiveria”

Spalletti: “Meritavamo un risultato diverso. Serviva maggiore cattiveria”

Queste le dichiarazioni di Luciano Spalletti a Mediaset Premium al termine della partita.
La gara: “Stasera è stata una buona partita, le due squadre hanno giocato una partita importante degna di uno spettacolo di due buone squadre. Abbiamo preso la partita in mano ma non siamo stati cattivi, ci sono capitate 3-4 occasioni importanti. E’ chiaro che la Fiorentina ha giocato la sua partita. Nel secondo tempo abbiamo abbassato un po’ perché abbiamo perso troppe palle facili. Non siamo stati pungenti nella fase di possesso palla e non siamo stati continui. Rimane la buona prestazione, nonostante tutto”.
E’ arrivata la prima sconfitta in campionato: “Si porta a casa la sconfitta. Bisogna sottolineare quello che hanno fatto i ragazzi. I professionisti della Roma hanno fatto il loro lavoro, poi nel calcio si può anche perdere, può succedere di tutto”.
Gli errori di Rizzoli: “E’ rigore perché Dzeko è in anticipo sulla traiettoria del pallone. L’altra volta era pedata nello stinco, questa volta è tranvata. Sul gol di Badelj ne hanno parlato i ragazzi nello spogliatoio. Siamo tutti dentro la volontà di fare le cose regolari e Szczesny ha raccontato di non aver visto il pallone e di essersi dovuto spostare per vedere il tiro”.
Ha parlato con il direttore di gara? “Ha risposto “l’ho visto” ma alcuni calciatori hanno detto che lui avrebbe parlato di regolamento e della distanza del calciatore dal portiere. Noi dobbiamo badare, però, a ciò che dipende da noi. E’ una sconfitta che brucia perché la squadra non ha giocato per meritarsi la sconfitta ma per meritare il risultato. Abbiamo giocato una buona gara nel primo tempo e gli episodi ci penalizzano”.
Meglio Dzeko o il falso nueve? “Edin sta facendo molto bene, è quel calciatore che a noi serve per essere completi. Avere il falso nueve comporta di giocare sempre allo stesso modo mentre con Edin siamo più completi e riusciamo a giocare in tutti e due i modi”.

Dzeko poco cattivo in zona gol: 
“Non prendo i giocatori per lo score ma per quelle che sono le loro qualità e ci lavoro in base alle mie convinzioni. E’ vera la storia del suo score ma riusciremo a migliorarlo”.