Spalletti: “Squadra più velenosa sotto porta. Bella prestazione contro il Crotone”

Spalletti: “Squadra più velenosa sotto porta. Bella prestazione contro il Crotone”

Queste le dichiarazioni di Luciano Spalletti al termine della partita vinta contro il Crotone ai microfoni di Mediaset Premium.

La partita: “La delusione di Firenze era dovuta soprattuto al risultato, perché la prestazione era stata buona. La vittoria di oggi è scaturita da un’altra bellissima prestazione”.

Concretezza sotto porta: “La davanti si è visto questo cambiamento nell’essere più velenosi nell’andare a concretizzare le azioni che la squadra costruisce”.

La Roma concede sempre qualcosa: “E’ successo un po’ sullo 0-0 perché abbiamo forzato troppo le giocate, mentre loro si chiudevano bene. E dunque abbiamo rischiato di restare imbottigliati all’interno di questa voglia che hanno avuto loro di giocare alla pari. Poi abbiamo rischiato sul 4-0. Bisogna gestire il risultato, perché se perdi il pallone rischi contro squadre cosi che hanno corsa. Poi le distanze si sono ampliate perché c’era la certezza del risultato ed è una cosa che non va bene. Sono cose che analizzeremo”.

L’attacco cosi lo rivedremo? “Mi immaginavo una partita difficile, dove il gioco poteva essere influenzato. La scelta Totti va su questa direzione, perché lui riesce a far qualcosa anche sui palloni banali. E’ proprio quello che vorrei dalla squadra, vorrei che assorbisse questa qualità che ha Totti. Se si riesce a gestire questo pallone, senza perderlo cosi come successo nei primi minuti, quella dei quattro attaccanti è una situazione riproponibile. E’ importante l’equilibrio ma si può riprovare sicuramente”.

Futuro: “Solo i risultati contano. E’ cosi ovunque, o si fanno i risultati o si va a casa. A Roma non ci si può permettere di arrivare sesti o settimi, quindi o si manda un segnale o si va a casa, tutti”.

Sabatini ha detto che il vostro futuro non può essere legato: “E’ corretto, la stessa cosa vale per me”.