Mihajlovic: “Faremo di tutto per conquistare i tre punti”

Mihajlovic: “Faremo di tutto per conquistare i tre punti”

La conferenza stampa di Sinisa Mihajlovic, allenatore del Torino: “La Roma è più attrezzata di noi, ma si parte da 0-0 e la differenza la fa il campo non i nomi. Giochiamo in casa e sappiamo che sarà una bella partita. Noi arriviamo da una prestazione sofferta ma positiva: faremo di tutto per conquistare i 3 punti. Loro hanno tutte le carte in regola per vincere il campionato. Mi aspetto da tutti una grande partita. A noi serve una vittoria contro una squadra forte per fare il salto di qualità: ora giocheremo in casa prima con la Roma poi con la Fiorentina. Speriamo di vincerle entrambe”.

Ljajic? “Sta meglio. Lo portiamo in panchina perchè voglio che stia con noi ma non lo voglio rischiare”.
Baselli? “Se come dicono ha carattere dovrebbe reagire in modo positivo. Dobbiamo cercare di spronarlo in ogni modo fino a quando non troviamo la medicina giusta affinchè tiri fuori gli attributi. Sono sicuro che alla fine farà il salto di qualità. Non ho accettato uno scambio importante con lui perchè credo molto in lui”.
Maxi Lopez? “Sta dimagrendo. Quando tornerà potrà darci una grossa mano. Non si può dire se finore abbiamo dato il 60/70%. So che al completo possiamo giocarcela con chiunque per l’Europa League. Quando però ci mancano tante pedine in un solo ruolo tutto diventa più difficile.
Castan? “Lo vedo bene. Non so cosa senta dentro di lui ma non credo che possa essere condizionato dalla sfida contro la sua ex squadra: è un calciatore esperto e sono sicuro che farà la sua partita”.
La Roma: “Per quanto mi riguarda sono passati 24 anni, non ho da prendermi nessuna rivincita. E’ una squadra che mi piace con una società modello”.
Obiettivi? “Non mi pongo obiettivi in termini di punti. Punto a vincere ogni partita. Rispetto tutti, ma non ho timore di nessuno. So che questi ragazzi lavorano al massimo ogni giorno e anche nei momenti difficili bisogna raddoppiare le forze e andare avanti senza abbattersi”.
Totti? “Lo saluterò con affetto e se è ancora in campo è un piacere. Ci sono tutti, e poi c’è Totti. E’ uno dei migliori di sempre. Fui io a dire a Boskov di farlo esordire, mi aspetto che mi offra una cena”.