Del Vescovo: “Ho visto Florenzi aggressivo nei confronti di questo infortunio. E’ il suo carattere e ha già iniziato mentalmente il countdown”

Queste le dichiarazioni del medico sociale dell’AS Roma Riccardo Del Vescovo.
Domattina inizia il percorso di Florenzi che sarà operato: “Si, domattina. Già nelle prime ore del mattino siamo d’accordo col Professor Mariani che eseguirà questo intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato anteriore”.
Come ha trovato Alessandro? “L’ho trovato e l’ho lasciato molto “aggressivo” nei confronti della vicenda, come poi è il suo carattere. E’ un professionista esemplare ed affronta anche degli incidenti di percorso come questi in maniera esemplare. L’ho trovato volenteroso di iniziare e ieri già ha iniziato mentalmente il countdown che poi lo aspetterà”.
E’ rimasto sorpreso dall’esito degli esami strumentali? “No, assolutamente non sono rimasto sorpreso perché il trauma è stato da subito, come lo abbiamo definito, violento. Poi quel che accade è che a caldo si fanno una serie di valutazioni che sin da subito possono dare una rappresentazione clinica evidente, eclatante e inconfutabile seppur anche in quei casi da confermare con un esame strumentale che resta l’elemento guida. Ieri, dopo una serie di valutazioni iniziali, risultava piano piano l’ipotesi, non tra le più probabili ma comunque possibili, e a Roma si è tornati con quell’idea in mente. Il dolore è l’elemento guida. Più avverti dolore e più l’esame clinico ne è influenzato. C’erano un paio di elementi che, mentre in campo avevamo avuto un impatto già diretto della dinamica e del trauma, nei minuti successivi siamo stati un pochettino più confortati da un paio di elementi che invece in altri esempi avuti in casa non hanno abbandonato, come i gonfiori immediati e instabilità articolari. Nel suo caso c’erano stati un paio di elementi che ci hanno fatto fare un accenno sorriso, quindi abbiamo passato in rassegna tutte le varie eventualità ma sorpreso no perché in quel tipo di trauma il legamento crociato anteriore resta tra le ipotesi”.