Rudiger: “Sono pronto per giocare. Il mio futuro? Penso solo alla Roma”

Queste le dichiarazioni di Antonio Rudiger in conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Austria Vienna: “Sono pronto per giocare domani. Ovviamente questa è una decisione spetta all’allenatore ma per quanto mi riguarda io sono a completa disposizione per essere della gara dal primo minuto. Sto acquisendo fiducia gradualmente e spero già da domani di dare seguito a quanto fatto vedere in parte ad Empoli in modo da aiutare i compagni a vincere”.

Rudiger ha poi sottolineato come la Roma deve puntare al massimo in Europa League, senza accontentarsi: “Una squadra come la Roma quando inizia una competizione come questa lo fa non per arrivare seconda ma per vincerla. Sappiamo però che dobbiamo fare meglio di quello che abbiamo ad esempio fatto nella gara all’andata contro l’Austria Vienna all’Olimpico o almeno dovremmo fare bene per tutti i novanta minuti senza cali di rendimento”.

In vista della sfida all’Austria Vienna e non solo: come vivete questa situazione di emergenza in difesa?

“E’ davvero clamoroso che abbiamo avuto tutti questi infortunati, una sfortuna incredibile. Pensa solo al fatto che io sono tornato e Florenzi si è fatto male al crociato, davvero una cosa assurda. Ma non dobbiamo piangerci addosso e dobbiamo reagire e vincere innanzitutto questa gara”.

Usciamo dalla sfida e torniamo un secondo al tuo lungo periodo di stop dovuto all’infortunio: qual è stato il momento più difficile per te in quel periodo?

“Effettivamente è stato un momento delicato per me, anche perché al guaio fisico va aggiunta anche la delusione per non aver potuto partecipare agli Europei in Francia con la maglia della Germania, che per me rappresentava la prima grande manifestazione internazionale con la Nazionale maggiore tedesca. Però adesso ho recuperato, sto bene e sono in grado di aiutare la Roma e questa è la cosa più importante”.

Si parla poi tanto di mercato e ti si accosta a diversi club stranieri…

“Anche se circolano spesso queste voci io sono concentrato al 100% sulla Roma, sto bene con il club e sono molto felice di giocare qui. La cosa più importante, come detto, è continuare a crescere personalmente e aiutare così la squadra a vincere”.

asroma.com