Caprari: “Ho scelto io di andare al Pescara e lasciare la Roma. Luis Enrique voleva tenermi”

Gianluca Caprari è uno dei tanti calciatori cresciuti nelle giovanili dell’AS Roma e che oggi calca i campi di Serie A. L’attaccante indossa la maglia del Pescara, squadra che lo ha fortemente voluto quando i giallorossi erano allenati da Luis Enrique. Queste alcune delle sue dichiarazioni rilasciate al mensile Calcio 2000.

Parliamo del Pescara… Nel gennaio del 2012, lasci Roma e vai da Zeman…
Non è stata una decisione facile. A Roma c’era Luis Enrique che non voleva lasciarmi andare. Mi continuava a ripetere che avrei avuto il mio spazio ma, a 18 anni, io avevo voglia di essere protagonista e, poi, c’era un grande come Zeman che mi voleva a tutti i costi. Così, insieme al mio procuratore, alla fine ho accettato”.

Zeman?
“Guarda, al mio primo giorno al Pescara avevo 40 di febbre… Mi ha visto negli spogliatoio messo male e mi ha detto: ‘Vai a casa’… Queste sono state le sue prime parole…Esternamente poteva sembrare un tipo duro o chiuso ma, con noi, rideva e scherzava. Faceva delle smorfie pazzesche, un grande personaggio e, ovviamente, un grande allenatore”.

Bene con il Pescara, ma poi ritorni ancora alla Roma….
“Non è stata una decisione felice. Pensavo di essere pronto, che fosse arrivato il mio tempo ma trovare spazio a Roma è difficile…”.