Home News Roma Spalletti: “E’ un momento di cambiamento: più vincenti che belli”

Spalletti: “E’ un momento di cambiamento: più vincenti che belli”

901
0
Queste le dichiarazioni di Luciano Spalletti ai microfoni di Mediaset Premium al termine della partita.
La partita: “Siamo in un momento di cambiamento, non ci piace essere belli ma ci piace essere vincenti. E mi va bene cosi. La squadra ha fatto una bella vittoria perché non è facile portare a casa una vittoria quando la squadra avversaria gioca in tranquillità. Sono stati bravi a fare delle cose in velocità e questo te le consente solo il fatto di poter giocare senza pressione. Ci sono capitati palloni per fare gol che non abbiamo sfruttato, mentre loro sono stati bravi a fare due gol”.
Dzeko ha detto “se giochiamo cosi il derby non lo vinciamo”: “Cominci lui a giocare meglio e a darci una mano. Non contano solo i gol ma conta tutto il resto. Ho visto la partita di Genova e non conta la supremazia di gioco ma vale l’intensità. Ho visto una squadra fortissima dal punto di vista della corsa. Noi stasera abbiamo fatto anche delle cose fatte bene, oltre a concedere troppo”.
Il momento della Roma: “Stiamo lavorando e stiamo facendo tutto quel che si deve fare. E’ chiaro che quando sei in vantaggio di 2 gol e credi che sia tutto facile e non fai più le cose con determinazione, gli altri continuano e ti possono creare problemi. In questo campionato non c’è una partita facile e proprio per questo niente diventa impossibile. Con questo pacchetto di squadre cosi vicine ci può stare qualsiasi cosa. Il Pescara contro la Juventus ha fatto una grande partita nel primo tempo, poi ci ha pensato Khedira. Quando vai sul 2-0 dovresti avere la giusta mentalità per chiudere la partita”.
Le ripartenze: “Contro chiunque, quando concedi delle ripartenze, diventa difficile. Anche Pepe sa tradurre in situazioni importanti, e c’è la super parata di Szczesny, una situazione simile. Szczesny ha fatto un paio di interventi importanti ma la stessa cosa ha fatto anche il portiere avversario. E’ un bene che si riesca a portare a casa qualche partita senza essere bellissimi e basta, portando via qualche situazione derivata dal mestiere e dalla casualità. Altrimenti noi siamo sempre belli mentre a pallone bisogna vincere le partite punto e basta. Questa l’abbiamo vinta meritatamente”.