Nainggolan: “Servirà la massima concentrazione contro la Lazio. Mancherà Salah? Abbiamo giocatori in grado di sostituirlo”

A due giorni dal derby Radja Nainggolan ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: “Posso dire che contro il Pescara non abbiamo fatto una buona partita. Ci siamo rilassati, ma contro la Lazio trovi altre motivazioni: nel Derby bisogna essere concentrati tutta la partita”.

Giallorossi e biancocelesti arrivano alla sfida di domenica separati da un solo punto in classifica: la Roma è seconda a quota 29, la Lazio insegue a 28. “Guardando la classifica entrambe possono trovare un motivo per avvicinarsi alla vetta ma è comunque una partita sempre importante, sia per noi sia per loro conta la vittoria”.

Ti aspettavi questo cammino della Lazio? “Stanno facendo un buon campionato, ma questo significa che lo stiamo facendo anche noi. Dobbiamo stare attenti, ma se giochiamo come sappiamo possiamo vincere”.

Cosa significa l’assenza di Salah? “Salah è un giocatore importante, ma in una partita del genere chi lo sostituisce avrà le motivazioni giuste per fare bene”.

Che emozione è stata il derby vinto con la fascia da capitano? “È un’emozione grande essere capitano, tanto più quando hai due capitani come Totti e De Rossi, quel derby è stato emozionante”.

Come vedi Totti e De Rossi in questa settimana particolare? “Li vedo tranquilli, hanno giocato tanti derby, ci daranno una mano a far star tranquilli tutti”.

Cosa ha Dzeko di diverso rispetto alla scorsa stagione? “I gol, perché l’impegno è sempre stato massimo, per me ha sempre fatto bene”.

Vedi Strootman in calo ultimamente? “Per noi è un giocatore importante, dopo un infortunio del genere non è facile acquisire subito la forma, dobbiamo dargli tempo per tornare al massimo, ma per me sta già facendo tantissimo considerato l’infortunio che ha avuto”.

Cosa ti ha dato questo nuovo ruolo che ti ha cucito addosso Spalletti? “Io sono sempre a disposizione e cerco di dare il massimo, di sicuro arrivo più volte davanti alla porta, mi piace ma devo ancora migliorare”.

Hai un pizzico di rammarico per non essere andato al Chelsea la scorsa estate? “No, perché avevo scelto di rimanere qua e sono felice di quella scelta. Ho già ribadito che voglio vincere qui, secondo me si può vincere qui. Poi è normale che faccia piacere quando si parla di una grande squadra, ma non ho nessun rammarico”.

Dicembre è il mese degli scontri diretti. “Ci aspettano partite difficili, bisogna cercare di vincere gli scontri diretti, che ti dicono anche delle tue potenzialità, ma ora concentriamoci con il derby”.

La sconfitta di Genova dice che la Juve è raggiungibile? “Sicuramente sta facendo più fatica, qualcosa si può prendere, ma dipende da noi, dal nostro gioco e dai nostri risultati”.

Radja ha infine concluso con un appello ai tifosi. “I tifosi ci mancano, loro hanno i loro principi, se li vogliono rispettare è una scelta che noi rispettiamo, ma non è facile giocare senza la Curva”.