Spalletti: “Non è stata una partita facile. Mettendo in pratica il nostro calcio possiamo vincere contro chiunque”

Spalletti: “Non è stata una partita facile. Mettendo in pratica il nostro calcio possiamo vincere contro chiunque”

Luciano Spalletti cercava delle risposte da Astra Giurgiu-Roma e, nonostante il match sia finito senza gol, il tecnico giallorosso si è detto soddisfatto delle prove positive di molti dei calciatori schierati nel match, soprattutto di quella di Gerson.

“Gerson ha fatto una buona partita stasera, come presa di posizione, qualità: non era facile con quella densità. Ha comandato il gioco della gara. Le risposte ci sono state stasera”.

“È stata una partita difficile, su un campo altrettanto difficile. Loro a livello tattico si sono chiusi al limite dell’area sempre, non è stato difficile trovare sbocchi e per le condizioni del campo anche fare delle giocare in profondità che li cogliessero di sorpresa. Ci abbiamo provato lì davanti, ci siamo dannati l’anima. In fase difensiva, invece, abbiamo fatto molto bene, loro hanno giocato a campo aperto e abbiamo dovuto affrontare diversi uno contro uno. Vermaelen, Jesus, lo stesso Seck quando gli ho chiesto di giocare come terzo centrale: hanno fatto tutti bene. Dal punto di vista individuale abbiamo fatto buone cose e abbiamo dato minutaggio a chi ne aveva bisogno. Con questi qui si hanno a disposizione quei giocatori che per un motivo o per un altro non abbiamo avuto e la rosa diventa più ampia. El Shaarawy poteva giocare un’ora dopo l’infortunio”.

Durante la partita avete optato per un cambio di difesa, da quattro a tre.

“Abbiamo tentato di metterci qualcosa in più portato un esterno molto alto e mantenendo un numero di giocatori che permettesse di sopperire alle loro ripartenze veloci, senza dove rincorrere troppo e trovando maggiore equilibrio”.

Adesso sedicesimi di Europa League, tra le altre avversarie possibili ci sono Manchester United e Villareal.

“Sappiamo che ci sono buone squadre, non solo queste. Le insidie ci sono nel calcio, se ti volti le trovi dietro ogni angolo: bisogna essere pronti e mostrare le nostre qualità ogni volta che si scende in campo. Noi siamo abituati a giocare un livello di calcio da Roma, se incontreremo squadre più forti e metteremo in pratica il nostro calcio e ci faremo trovare in linea con il nostro marchio, si può vincere contro chiunque. Se invece giocheremo snobbando i nostri avversari o avendo dei cali di solidità di gioco, si può perdere contro chiunque come abbiamo visto”.

Ora due scontri diretti in campionato: Milan e Juventus.

“Sono stati importanti i minuti di gioco di questa sera di alcuni giocatori e poi tornerà a disposizione quasi tutta la rosa, per noi sarà un vantaggio: dobbiamo farci trovare al meglio della condizione, la squadra non sta facendo male, abbiamo qualche giorno per poter recuperare e son convinto che sarà così: ce l’andremo a giocare. Il Milan è una squadra che sa giocare a calcio, non è facile da affrontare, ma noi come loro qualcosa di buono fino a questa momento l’abbiamo fatta. Sarà una bella partita, penso che non ci sia occasione più bella si questa per vivere uno scontro diretto di due seconde in classifica che hanno questi numeri, spero che richiamino molto pubblico e che sarà un bello spettacolo”.

fonte: asroma.com