Vermaelen: “Abbiamo superato il turno, adesso ci aspettano grandi squadre e non possiamo commettere errori”

Thomas Vermaelen crede che dopo essersi qualificata per prima nella fase a gironi, la Roma può dire la sua nelle fasi successive di Europa League.

“Non è un mistero che uno degli obiettivi sia quello di andare avanti il più possibile nella competizione e, se possibile, vincerla perché la Roma è una grande squadra” ha detto l’olandese a fine gara. “Adesso ci aspettano grandi squadre nel sorteggio, entriamo nella fase a eliminazione diretta, tutto può succedere, non possiamo permetterci errori. Da qui in avanti sarà molto interessante, aspettiamo di vedere il sorteggio”.

Dopo essere tornato in campo nei minuti finali della sfida con il Pescara, Vermaelen è tornato titolare a Bucarest dopo ben tre mesi, ossia dalla seconda di campionato a Cagliari: “Sto bene fisicamente, sono molto felice di aver potuto disputare 90 minuti senza alcun problema fisico. Sono molto soddisfatto di aver ripreso a giocare, di potermi allenare con la squadra e di sentirmi pienamente integrato in questo gruppo. Non era scontato giocare 90 minuti dopo tutti questi mesi di stop”.

Spalletti a fine gara ha detto che hai giocato bene…

“Mi fa piacere il complimento, è lui che mette in campo la squadra e che fa le scelte. Io dal canto mio cerco di dare il 100% e riesco a darlo quando mi sento bene in un posto e io qui a Roma mi sento bene con la squadra, con il club, con i compagni, con lo stesso mister, è il modo migliore per esprimere il mio potenziale”.

Oggi hai giocato a 3 e 4 in difesa: cambia qualcosa per te?

“E’ vero, siamo partiti con la difesa a quattro e poi siamo passati a quella tre con me al centro. Siamo giocatori polivalenti in grado di ricoprire diversi ruoli in sistemi tattici diversi e dal mio punto di vista questo è positivo perché cambiando l’assetto della squadra puoi sorprendere l’avversario”.

Ora in campionato avete il Milan e la Juve: sono scontri decisivi?

“Parlare di decisivi forse è troppo presto, ma sono due partite molto importanti contro due avversari diretti. Certo, le affrontiamo con il morale alto dopo aver vinto il derby”.

fonte: asroma.com