Spalletti: “Roma cazzuta, vittoria meritata”

Spalletti: “Roma cazzuta, vittoria meritata”

Queste le dichiarazioni di Luciano Spalletti a fine partita ai microfoni di Mediaset Premium.
Il match contro il Genoa: “La squadra ha fatto una bellissima partita sotto l’aspetto caratteriale, sotto l’aspetto della personalità, sotto l’aspetto dell’impatto fisico. Tutte le cose che gli avevamo detto come piccoli difetti oggi sono diventate qualità per portare a casa la partita, per cui gli vanno fatti grandissimi complimenti”.
I calciatori sono cresciuti. Grande partita di Fazio: “Oggi hanno fatto bene tutti. Lui non è la prima partita che fa su questo livello, per cui è un ribadire. Ma quello che è stato fondamentale è vedere tutta la squadra lottare; è stato un piacere essere lì a bordocampo e vedere quelle qualità che a volte mi avevano dato dei dubbi. Invece ora sono contentissimo di avere la completezza di quelle che sono le caratteristiche che la squadra ha messo in campo durante la partita”.
In casa le vincete tutte, oggi avete vinto anche in trasferta: “Non è proprio cosi. Quello che diventa fondamentale è mantenere questo spirito e questo livello che si è raggiunto in questo periodo. Soprattutto questa forza mentale che abbiamo evidenziato oggi durante tutta la partita”.
Nel finale la squadra si è abbassata un po’ troppo: “E’ vero, perchè è stata una partita che, per quello che si è espresso, per quello che si è creato era da chiudere prima o da mantenere in equilibrio senza dover poi dare campo agli avversari come è successo nel finale. Avevamo diversi calciatori in forse e ho aspettato un po’ troppo a cambiare perchè ci sarebbe stato il bisogno di mettere uno che prendeva palla addosso e tirava su la squadra. Nainggolan, Peres e Emerson non erano al meglio, avevo De Rossi e Strootman ammoniti, quindi ho indugiato un po’ io, poi però dovevamo fare qualche metro più su. Non abbiamo mai sofferto niente e loro si sono sentiti nelle condizioni di poter reggere botta”.
Avete dato battaglia al Genoa: “L’impatto iniziale è stato di grandissimo livello, la squadra è entrata in campo cazzutissima e ha fatto quello che doveva fare per giocare contro una squadra come il Genoa, perché se guardate le partite che loro giocano, soprattutto contro le grandi squadre, queste le hanno messe sotto dal punto di vista delle secondo palle, dei rimbalzi, della vittoria nel contrasto aereo. Noi abbiamo fatto bene anche se non abbiamo sfruttato al massimo occasioni abbastanza pericolose. A Nainggolan ho chiesto di fare il trequartista, di buttarsi sulla fascia destra. Emerson e Peres hanno fatto una buona partita, Emerson è cresciuto, Strootman è tornato su quei livelli che appartengono solo a un calciatore come lui e noi abbiamo pagato la sua assenza in un periodo. Abbiamo ritrovato Rudiger. Le cose sono andate a posto e sono molto contento”.
Le sue dichiarazioni in conferenza stampa: “Io non lo so e non mi interessa niente di quello che interpreta la gente. Io so quello che dico io e quello che è il mio rapporto con i giocatori, a me interessa solo quello. Quando da una semplice domanda si creano i presupposti per far casino… inutile che mi risponde lei (in riferimento allo studio di Mediaset ndr), lei non è dentro la sala stampa. Questo fatto che mi rispondete da Milano quando parlo con i giornalisti di Roma mi fa impazzire perchè bisogna rendersi conto di quello che è il quotidiano lì sul posto prima di rispondermi dall’altra parte del mondo”,