Edmondo Pinna a Gli Inascoltabili: “Prima un arbitro che sbagliava si lasciava fermo un giro, oggi dopo un giorno è quarto uomo”(audio)

Edmondo Pinna a Gli Inascoltabili: “Prima un arbitro che sbagliava si lasciava fermo un giro, oggi dopo un giorno è quarto uomo”(audio)

Edmondo Pinna, giornalista de Il Corriere dello Sport, è intervenuto ai microfoni de Gli Inascoltabili in onda su Radio Centro Suono Sport riguardo il rigore in Roma Cesena: “la domanda è: un rigore del genere si può non dare? Secondo me assolutamente no. Di episodi simili ne abbiamo già, in questo caso credo che ci siano pochi dubbi quindi lo avrei dato anche fosse stato nell’altra area.”

Anche in Samp-Roma si è sentita molto l’influenza delle decisioni arbitrali. Che tipo di conseguenze ci possono essere per un arbitro in questi casi? “Con la gestione del Presidente Nicchi molte cose sono cambiate. Prima si lasciava molto meditare gli arbitri, diciamo li si lasciava “fermi un giro”, senza però far sentire eccessivamente la forte pressione mediatica. Chi faceva un errore veniva fatto rientrare dalla finestra con la serie B, grazie a riflettori meno accecanti. Ultimamente ci siamo un po’ lasciati andare: ci sono arbitri che sbagliano e dopo qualche giorno fanno da quarto uomo, come successo ad esempio con Mazzoleni. Siamo nel mezzo di una gestione “senza cinture di sicurezza”, anche perché si instaura una sorta di senso di assuefazione alle critiche, cosa che porta a stravolgere anche le meritocrazie. Un arbitro come Mazzoleni, che commette più errori di tutti in campionato, e però ha il maggior numero di partite dirette in serie A – ne ha arbitrate 11 – colpisce.”

Daniele De Rossi viene ammonito appena ha la fascia da capitano, Allegri col quarto uomo neanche è stato richiamato: “Di certo sappiamo che De Rossi non pesa particolarmente le parole, ma il Capitano è l’unico deputato a parlare con l’arbitro. Rimanendo in casa Roma però, è anche vero che è molto difficile vedere un Totti che parla con l’arbitro e viene ammonito. Quindi forse è un problema di linguaggio. Per quanto riguarda Allegri basta leggere il labiale per sapere cosa abbia detto. Il quarto uomo in questione è un assistente di peso quindi, guardandola da un punto di vista arbitrale, avrà ritenuto di poter sopportare la situazione dall’alto della sua forza.”