Spalletti: “Ottimo atteggiamento da parte della squadra. Dzeko? Ora tutti salgono sul carro”

Spalletti: “Ottimo atteggiamento da parte della squadra. Dzeko? Ora tutti salgono sul carro”

Queste le dichiarazioni di Luciano Spalletti a fine partita ai microfoni di Sky Sport.
Cosa ha determinato la vittoria? “E’ stata la squadra con il suo atteggiamento, dopo 25 minuti siamo diventati più aggressivi, abbiamo bacchettato alto accettando l’uno contro uno a tutto campo, andando a rischiare anche qualcosa. Dal punto di vista fisico siamo passati sopra la Fiorentina anche se ci ha creato dei problemi. Nel secondo tempo abbiamo giocato molto bene, la squadra ha accettato i duelli e li ha accettati nella maniera corretta mantenendo lucidità nell’andare a fare male”.
Il futuro di De Rossi: “Non ho parlato con la società dei contratti. Se la società chiede all’allenatore su queste questioni? Secondo me se ne può parlare, però poi la società ha altri numeri a disposizione, ha altri fini, oltre a quello di avere a disposizione il calciatore. Ci sono dei contratti di cui la società deve parlare e lo farà nei tempi giusti. De Rossi, in base a quello che si vede e alla sua importanza, incarna lo spirito romanista. Può sempre fare comodo alla Roma”.
Massara ha detto che la Roma attende Spalletti anche a giugno: “Del mio se ne parla alla fine, ora è importante lo spogliatoio, i calciatori e l’equilibrio da dare a loro. Dare un senso di gestione corretta diventa fondamentale. Se stiamo qui a dire che la squadra è forte è merito di questi calciatori. Ora sono tutti sul carro di Dzeko. Il calciatore è forte, gli va data forza. E’ un calciatore vero, forte, fisico e tecnico. Non bisogna aver dubbi e gli si può permettere anche di sbagliare una partita. Abbiamo un altro campione a disposizione”.
Cosa la rende orgoglioso di questa squadra? “Il discorso di stasera è semplice: dovevamo togliere i dubbi che cominciavano a venire a qualcuno pensando a noi. Noi non avevamo dubbi, qui diventa facile andare in confusione quando tutti vanno a mettere il dito nel problema, però c’era da pulire questa incertezza o questo dubbio. La Roma è una squadra forte e stasera lo ha fatto vedere. Se fai il passo giusto oggi è più facile fare giusto nella prossima partita”.
Come si gestisce il rientro di Salah? “Ho retto fino ad oggi alle richieste di prendere per forza un’altra punta e ora il problema è trovare posto a quelli che abbiamo. E’ chiaro che qualcuno deve star fuori e quel qualcuno può essere anche Salah. La Roma fa questi numeri e teniamo conto di tutto. Avete visto la partita di Emerson? Sono d’accordo con voi, è uomo partita. Se si vuol vedere quel che gli si è detto all’inizio è tutto un programma”.
La costruzione dello stadio: “Vado per fare un po’ di cabaret. Qui ci sono professionisti che sanno fare il loro lavoro e sono sicuro che si troverà una soluzione perchè è giusto cosi. Non ci sono alternative, bisogna costruire stadi migliori per dare vantaggio all’economia della città. Poi è chiaro che ci sono le regole, quelle assolutamente”.