Stadio della Roma: le dichiarazioni di Virginia Raggi e di Mauro Baldissoni al termine dell’incontro in Campidoglio

Al termine dell’incontro in Campidoglio Virginia Raggi, Sindaco di Roma, e Mauro Baldissoni, dg dell’AS Roma, hanno parlato di fronte ai cronisti presenti.

Virginia Raggi: “Vi annunciamo che questa amministrazione ha raggiunto un accordo con la Roma. Vi diamo qualche dettaglio. L’accordo prevede sostanzialmente un nuovo progetto, possiamo chiamarlo progetto 2.0. Sarà un progetto innovativo. Abbiamo ottenuto un taglio delle cubature, da oltre 1 milione e cento metri cubi siamo scesi della metà di cui il 60% solo sul Business Park. E’ un progetto che prevede la messa in sicurezza del quartiere di Decima, dal punto di vista del rischio idrogeologico, è un progetto che prevede la costruzione di una nuova fermata sulla Roma Lido, è un progetto che prevede la riqualificazione dell’asse viario Via Ostiense-Via del Mare, è un progetto che prevede la costruzione di edifici bassi, quindi via le torri, edifici completamente integrati nel panorama e che avranno uno standard energetico più alto delle varie categorie mondiali chiamato Leed Gold. E’ un progetto che vede impegnata questa amministrazione e la società in tutte le successive fasi. Sarà predisposta una convenzione che andrà a disciplinare nei minimi dettagli tutte le fasi dell’elaborazione progettuale e della messa in opera del progetto; verificheremo che tutto venga fatto nel rispetto dei tempi, delle norme. Avevamo detto che lo stadio si sarebbe fatto nel rispetto della legge, questo lo abbiamo ottenuto grazie anche alla disponibilità della nostra controparte, che a questo punto diventa un nostro alleato, per andare avanti e sviluppare un progetto che sia ecosostenibile, ecocompatibile, che dia dei servizi alla città  e che vada soprattutto nell’interesse dei cittadini”.

Mauro Baldissoni:
“Non ci sono intoppi. Intanto io, a nome del presidente Pallotta e di tutta la Roma, voglio ringraziare il sindaco per essere stato qui oggi, sapete che ha avuto un piccolo problema e siamo felici di vederla in perfetta salute, ed è stato un segnale importantissimo vederla qui per cercare di chiudere un lavoro che avevamo cominciato in queste settimane. Sapete benissimo che il progetto precedente era figlio di una delibera, di una negoziazione con la giunta precedente, noi abbiamo offerto la nostra disponibilità per rivederlo secondo le visioni, le esigenze di questa nuova giunta. Siamo molto orgogliosi e molto felici di aver raggiunto un accordo che migliora il progetto e che rende per la città la possibilità di avere un intervento importante, che deve essere di orgoglio per tutti i cittadini indipendentemente dall’essere o meno dei tifosi della Roma. Mi prendo il rischio di sfidare la retorica e di dire che questo è un giorno storico non solo per la Roma, che in qualche modo rende più concreto il sogno di avere una infrastruttura moderna, ma anche per la città perché è un modo di collaborare insieme con le istituzioni per cercare di migliorare anche la cultura di interventi di questo tipo. E’ un progetto molto ambizioso e siamo felici che l’amministrazione, nonostante lo abbia ereditato in una forma diversa da quella che avrebbe voluto fare, ha deciso di abbracciarlo, migliorarlo e finalmente possiamo dire che lo realizzeremo insieme”.