Monchi: “Ho incontrato la dirigenza della Roma ma non ho ancora stretto accordi

Monchi, ds del Siviglia spesso accostato all’AS Roma, ha salutato oggi la sua squadra nel corso di una lunga conferenza stampa. Al termine della stagione le parti si saluteranno, con Monchi che potrebbe approdare in giallorosso: “Mi piacerebbe salutare i tifosi e la partita contro il Deportivo può essere una buona occasione – ha detto il ds -. Se me ne vado è per motivi personali, non professionali. Dopo quasi 30 anni anni qui inizio a sentire la pressione. Già in passato volevo partire e non bisogna andare a cercare chi sa quali retroscena. A volte è difficile da capire, ma si tratta solo di una necessità di cambiamento anche se il club ha fatto grandi sforzi proponendomi un’offerta che non troverò da alcuna altra parte. Ma ho bisogno di cambiare aria. Colpa dell’eliminazione in Champions contro il Leicester? No, era già dallo scorso anno che volevo andare. Non è comunque un addio, spero che tutto vada bene ma se mi chiameranno perché c’è bisogno di me io ci sarò, anche solo per segnare le linee del campo. Non ho firmato con nessuno né ho stretto accordi. La verità è che la Roma è lì e mi ci sono incontrato lunedì a Londra, ma ci sono anche altri club. Devo studiare bene cosa fare, anche se ho 48 anni e voglio ancora lavorare. Ho proposte interessanti da valutare ma se non troverò niente verrò a vedere il Siviglia come tifoso”.