Baldissoni: “Il futuro di Spalletti? Ha detto che resta se vince, allora vinca poi ne parliamo”

Mauro Baldissoni, ad dell’AS Roma, ha parlato a Mediaset Premium, prima della partita.

La partita di oggi: “Più ci avviciniamo alla fine della stagione più i punti diventano pesanti. Alla fine il risultato non cambia e bisogna entrare in campo per vincere così come facciamo dalla prima giornata”.

I tifosi hanno urlato a Spalletti: “Rimani”. Qual è la situazione? “Facciamo sempre lo stesso discorso e non abbiamo elementi nuovi. Se ha detto che resta soltanto se vince? Allora dico vinca un trofeo intanto, poi ne riparliamo”.
Si può pensare di vincere un trofeo? “Fin quando dipende da noi, come martedì sera, perché nonostante il risultato dell’andata siamo in condizione di vincere la partita, dobbiamo fare affidamento su quel che sappiamo fare. In campionato non dipende solo da noi perché dobbiamo fare affidamento anche sui risultati degli altri. Fin quando c’è la matematica continueremo ad insistere ed è quello che l’allenatore ripete tutti i giorni”.
Vi state guardando intorno per quanto riguarda la panchina dell’AS Roma? “Questi discorsi li rinviamo alla fine del campionato. Abbiamo tanto di cui occuparci, sono rimasti mesi delicati e ci occupiamo del presente”.
Week-end importante per la Roma: “Preoccupiamoci della partita di questa sera, noi dobbiamo fare il nostro lavoro. Vedremo quel che succederà domani. Vincendo stasera potremo avere comunque un vantaggio”.
Guardate più al Napoli o alla Juventus? “Abbiamo il dovere di essere ambiziosi. Le deduzioni le lascio a voi”.
La partita di oggi e quella di martedì: “Oltre al risultato dobbiamo avere l’approccio giusto. La squadra deve essere protagonista oggi e martedì”.

Cosa si sono detti Pallotta e Spalletti durante la famosa cena? 
“Al massimo la prossima volta invitiamo anche voi a cena”.