Premier League – Recuperi: Il Chelsea a valanga, il Tottenham insegue

È ripartita la Premier League durante questo turno infrasettimanale, con alcune squadre che dovevano recuperare la ventottesima e la ventiseiesima giornata, eccezion fatta per il Chelsea cha ha sfidato il Southampton in quello che è stato il recupero del trentaquattresimo turno. Protagonisti assoluti, oltre ai Blues, sono stati i due team di Manchester che si sono sfidati nella stracittadina senza andare oltre un triste zero a zero, e gli Spurs che sul campo dell’ammazza-grandi Crystal Palace hanno vinto di misura uno a zero tenendo ancora vivo il campionato.

DERBY DI MANCHESTER, NULLA DI FATTO – Zero a zero si è conclusa la sfida del recupero della ventiseiesima giornata tra City e United. Match molto intenso e teso come ha dimostrato anche l’espulsione di Fellaini che si è reso protagonista di una bruttissima testata nei confronti di Aguero all’84° minuto. Sul campo però, salvo alcune occasioni capitate sui piedi del Kun, specie nel finale di partita dopo l’ingresso di Gabriel Jesus, si è visto ben poco. Restano invariate le distanze fra Citizens e Red Devils dunque, con Guardiola al quarto posto sopra di un punto rispetto a Mourinho. Entrambe le squadre però non dovranno abbassare la guardia, dato che l’Arsenal, distante 5 punti dal City ha ancora due partite da recuperare, e che la vittoria dell’Europa League da parte dello United può non essere così scontata per raggiungere un posto in Champions League.

TOTTENHAM e ARSENAL, MINIMO SINDACALE – Vincono con lo stesso risultato le squadre di Pochettino e Wenger. Gli Spurs sono usciti vittoriosi per uno a zero dal campo del Crystal Palace giocando una bellissima partita ricca di occasioni ma povera di gol, visto che solo il tiro di Eriksen al 78° da trenta metri, dopo esser stato servito da Kane, ha sbloccato il risultato e ridato ai tifosi di White Hart Lane una minima speranza per il titolo. Stesso è stato il filone di partita seguito dall’Arsenal sul proprio campo contro il Leicester, anche se qui l’agonia per i supporters è durata molto di più, terminando solo all’86° minuto con l’autogol di Huth che ha deviato involontariamente in porta un brutto tiro di un Monreal baciato dalla dea bendata. Mantengono dunque vive le rispettive speranze i due club, anche se c’è da dire che più si avvicina la fine del campionato, più gli obiettivi sembrano difficili da raggiungere dato il livello delle squadre che Arsenal e Tottenham hanno davanti.

CHELSEA, DOMINIO TOTALE – Dopo la vittoria per quattro a due in FA Cup contro gli spurs, i Blues non solo sono riusciti a ripetere la stessa ottima prestazione ma sono usciti da Stamford Bridge con il medesimo risultato. Match bellissimo quello tra Chelsea e Southampton che nel finale di partita ha visto l’ascesa di un Eden Hazard incontenibile, ma soprattutto la rinascita di Diego Costa che è tornato al gol dopo un digiuno durato cinque giornate. Conte dunque è riuscito a mettere un altro tassello fondamentale verso la conquista del titolo, anche se la prerogativa da qui a fine stagione resta la stessa: vincere.

Il PROSSIMO WEEKEND – Il prossimo fine settimana non vedrà la presenza di partite di coppa. La Premier dunque sarà assoluta protagonista specie nella giornata di domenica dove si giocheranno due bellissimi big match partendo dalle ore tredici quando scenderà in campo lo United ad Old Trafford contro un insidioso Swansea. La giornata continuerà poi con Il Chelsea che dovrà superare un grandissimo ostacolo di nome Everton e sperare in un passo falso del Tottenham contro l’Arsenal, in quello che è uno dei derby più sentiti della City.