Premier League – Il Chelsea festeggia il titolo. City, Arsenal e Liverpool alla ricerca di un posto Champions

Dopo un campionato lungo ed estenuante è arrivato il nome della squadra vincitrice: il Chelsea. I londinesi dopo un’annata ricca di soddisfazioni, complice anche l’assenza delle coppe europee che ha permesso loro di risparmiare energie, hanno raggiunto la vittoria del titolo con una marcia demolitrice che da gennaio in poi è stata inesorabile, specie per le avversarie.

CHELSEA CAMPIONE. – È giunta venerdì sera l’ufficialità del trionfo della squadra di Conte grazie alla vittoria, tutt’altro che facile per uno a zero contro il West Brom. Non solo, i Blues infatti hanno rafforzato il loro primato nella serata di lunedì battendo 4 a 3 il Watford di Mazzarri, alzando la coppa assieme ai loro tifosi che, oltre a gioire insieme alla squadra, hanno salutato quel John Terry che ha giocato per tutta la carriera con il Chelsea. Partita col Watford che ha regalato agli uomini di Stamford Bridge non pochi grattacapi visto che solo all’88° minuto, grazie a Fabregas, i Blues si sono tirati fuori da quella situazione stagnante del tre a tre. Diversa nella forma ma non nella sostanza la vittoria contro il West Brom di lunedì sera dove è servito Batshuayi, provocato continuamente dal tecnico e mandato in campo poche volte in questa stagione, a sbloccare la situazione in una partita inutile ai fini del titolo ma che ha permesso ai calciatori di festeggiare un’altra vittoria. Il titolo è andato, dunque, grazie ad un Conte dominante che ha rappresentato il valore aggiunto in ogni squadra che ha allenato… ed ora arriva la finale di FA Cup.

Zona Champions, cosa accadrà? – Situazione a dir poco confusionaria quella che sta regnando in zona Champions. Infatti dal terzo al quinto posto è ancora tutto da decidere. Le squadre ancora in lotta sono, in ordine di classifica, Manchester City, Liverpool ed Arsenal. Dire ora chi sarà colei che si qualificherà direttamente alla massima competizione europea è difficile, dato che tutte e tre i team hanno vinto nell’ultimo turno e sono usciti vincenti in almeno tre delle ultime cinque partite. Klopp, Guardiola e Wenger affronteranno rispettivamente Middlesbrough, Watford ed Everton, squadre con la mente sgombra e con il destino già deciso. Sulla carta però la sfida più complicata la affronteranno i Gunners che ospiteranno i Toffees. Non resta altro che attendere il prossimo weekend che manderà in scena un finale di stagione da brividi.

Tottenham, nonostante la vittoria che peccato! – Il Chelsea ha vinto il campionato, questa è storia ormai. Ma non è vero, almeno in parte, che i Blues non hanno avuto rivali per tutto il 2017. Gli Spurs, quantomeno prima della sconfitta uno a zero contro il West Ham alla trentaseiesima, rappresentavano per Conte un’insidia non da poco e la squadra di Pochettino lo ha dimostrato anche nell’ultimo turno contro il Manchester United uscito sconfitto per due a uno in quella che era l’ultima partita giocata sul prato di White Hart Lane. White Hart Lane che è già stato demolito portando con sé tantissimi ricordi e tantissimi successi ottenuti soprattutto nel periodo iniziale di un club che entrerà nel nuovo impianto con la motivazione e la speranza di non rimanere un eterno incompiuto. Il nuovo stadio prenderà vita nel 2018 e nascerà proprio sulle ceneri del “The Lane”, nel frattempo dunque gli Spurs dovranno accontentarsi del Wembley Stadium, struttura che quest’anno è stata sede delle nove sfide europee del Tottenham dal quale però i londinesi sono usciti vittoriosi una sola volta.