Gandini: “Il match contro il Barcellona è un momento epocale”

Gandini: “Il match contro il Barcellona è un momento epocale”

Umberto Gandini, ad dell’AS Roma, ha partecipato oggi all’evento nato per festeggiare i dieci anni dell’ECA, l’Associazione dei Club Europei. A margine dello stesso il dirigente ha rilasciato alcune dichiarazioni.

Sulla riunione: “E’ stato innanzitutto un bellissimo momento, perché abbiamo celebrato i 10 anni della fondazione dell’ECA che ormai è diventata un’organizzazione parte assolutamente del sistema di gestione del calcio europeo. E’ stato molto piacevole il fatto di avere qui il presidente della Fifa e della Uefa come segno di riconoscimento dell’importanza dell’organizzazione del club nel calcio europeo e mondiale. E’ un percorso che continua, ci sono risultati che sono stati ottenuti e altri che abbiamo in cantiere, ma direi che la cosa più importante è che i club siano parte integrante del sistema di gestione del calcio”.

La Roma partecipa a queste riunioni e gioca i quarti di Champions: “La Roma è una delle squadre guida del calcio italiano e ha una storia europea importante, sempre e comunque all’avanguardia in tanti punti di vista. E quindi anche il fatto che sia un membro di questa organizzazione e che, tramite la mia persona, abbia dei ruoli all’interno della Fifa e della Uefa, è soltanto un riconoscimento del lavoro fatto”.

Il FPF: “Sì ne abbiamo parlato, è stato presentato quello che sarà il nuovo gruppo di regole che andranno in vigore dal 1° luglio 2018. E’ un’evoluzione che tiene un po’ conto anche dello sviluppo del calcio e di quello che è successo in questi anni, che va verso una maggiore attenzione all’attività dei club”.

Soddisfazione nel vedere l’Olimpico pieno contro il Barcellona? “E’ un momento epocale per Roma, l’AS Roma e i suoi tifosi. E’ bellissimo avere l’opportunità di giocare queste partite, e come ho detto in altre occasioni non capita a tutti, ed il fatto che capiti alla Roma è un riconoscimento del percorso fatto dalla società, dalla squadra e dal suo tecnico, quindi anche dal percorso fatto dalla città e dalla sua tifoseria. Io sono molto felice e spero che questa sia la prima di altre che verranno”.