Pellegrini: “Il mio futuro? Voglio fare bene nella Roma, poi ci penserò”

Lorenzo Pellegrini ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Il centrocampista dell’AS Roma ha detto la sua sul match disputato con l’Italia lo scorso martedì a Wembley: “Era la prima volta che giocavo a Wembley, è stato bellissimo, poi quel contorno di 80 mila persone è incredibile. Fa sempre piacere giocare partite così, gare vere per squadre vere e noi lo siamo stati. Ho voglia di far parte del nuovo ciclo dell’Italia, poi il calcio è bello perché si deve dimostrare sempre di poterci stare a certi livelli. Cercheremo di far vedere che vogliamo riscattare il calcio italiano, come penso si sia visto in queste due amichevoli”.

Il calciatore è tornato a Trigoria con un problema al polpaccio: “Con l’Inghilterra ho avuto un piccolo fastidio e ho dovuto chiedere il cambio, stiamo valutando giorno per giorno, prenderemo domani una decisione prima della partenza”.

Sabato il Bologna poi il Barcellona: “Bisogna pensare prima al Bologna, perché viene prima e si deve ragionare una gara alla volta. Oltre la Champions, c’è da pensare anche al campionato quindi tutti concentrati sui rossoblu. C’è stato un piccolo periodo in cui si è fatto fatica, ma ora non ci pensiamo più: ci siamo ripresi, abbiamo passato gli ottavi e viaggiamo anche sull’entusiasmo. Continueremo così, perché nei prossimi 20 giorni abbiamo le partite che diranno com’è stata la nostra stagione. Il Barcellona? Il Barcellona è favorito, ma nel calcio la palla è rotonda: siamo consapevoli che siamo forti, ma siamo consapevoli dei nostri mezzi e proveremo a metterli in difficoltà. Non andremo lì da squadra battuta. Sono emozioni che porterò sempre dentro ed esperienze che penso mi possano aiutare. Mi piace molto Busquets, perché fa un lavoro che non si nota tanto ma ho letto che forse non ci sarà”.

Capitolo finale riguardante il suo futuro: “E’ normale che a un giocatore faccia piacere leggere il proprio nome accostato a grandi club, ma io ne ho già uno: abbiamo un progetto ambizioso e ora voglio fare solo il meglio per la Roma. Al futuro poi ci penseremo”.