Esclusiva Centro Suono Sport – Sebino Nela (Audio)

Sebino Nela è intervenuto sulle frequenze di Centro Suono Sport 101.5 all’interno della trasmissione Free Press.

La Hall of Fame della Roma: “E’ una cosa che fa enormemente piacere e devo ringraziare la società. Questo riconoscimento è una cosa molto bella per chi come me ha avuto la possibilità e il piacere di giocare per tanti anni con questa maglia addosso. Tra pochi giorni ci sarà anche l’incoronazione di Francesco Totti e dunque la famiglia si allargherà”.

Ti aspettavi questo tipo di campionato? “Dalla Roma mi aspettavo qualcosina in più sotto l’aspetto del gioco e dei risultati, ora la squadra di Di Francesco si trova costretta a recuperare qualche punto. Per il resto mi sembra tutto abbastanza in linea: ai nastri di partenza davamo tutti la Juventus favorita”.

Ronaldo alla Juve e Ancelotti al Napoli: “Non ci credevo. Dobbiamo lodare da una parte la bravura della società Juventus che ha creduto fortemente in questa operazione e dall’altra parte dobbiamo lodare Aurelio De Laurentiis che ha creduto fortemente in Carlo Ancelotti. Era lui il top player che invocavano ad inizio stagione. Tutti pensavamo la stessa cosa, che Ancelotti avesse portato la sua lista della spesa, invece no e siamo rimasti tutti sorpresi piacevolmente dai risultati del Napoli. Il Napoli sta dando filo da torcere alla Juventus e da sportivi speriamo sia un campionato combattuto”.

C’è qualche giovane della Roma che ti ha colpito? “No, colpito no. Di Schick abbiamo visto pochissimo, vuoi per gli infortuni, vuoi per il sistema di gioco, le posizioni in campo… Sto aspettando ancora giocatori come Pastore e Cristante. Questi erano i più attenzionati oltre a Kluivert che comunque ha fatto vedere buone cose. E’ giovane, viene da un’altra nazione ma si vedono già le capacità tecniche”.

QUI SOTTO TROVATE IL SERVIZIO COMPLETO