Champions League: Roma agli ottavi ma sconfitta dal Real Madrid

La Roma ha staccato il biglietto per gli ottavi di finale di Champions League. La squadra giallorossa, infatti, grazie ai 9 punti in classifica e alla sconfitta del CSKA Mosca contro il Viktoria Plzen, è riuscita a qualificarsi alla fase finale della manifestazione con un turno di anticipo.

Non è andata bene, invece, la partita di ieri sera contro il Real Madrid. La Roma ha perso per 2-0, risultato maturato nella ripresa dopo un primo tempo giocato con determinazione ma senza quella cattiveria sotto porta tanto invocata da mister Eusebio Di Francesco. I Blancos, pericolosi solo al 20° con un tiro di Modric, deviato da un difensore ma respinto con i piedi da Olsen, hanno subìto il ritorno della Roma vicina al gol prima con Schick, conclusione ravvicinata respinta da Courtois, poi con Kolarov, mancino dai venti metri terminato di poco fuori. Ma è di Cengiz Under l’occasione più ghiotta. Il Real pasticcia vicino alla bandierina del fallo laterale che divide la Tevere dalla Sud, Zaniolo recupera e regala al turco un pallone d’oro da spingere in rete che lo stesso numero 17 però calcia clamorosamente alto.

All’errore di Under si unisce in apertura di ripresa l’errato retropassaggio di Fazio che innesca Bale. Il gallese a tu per tu con Olsen non sbaglia, portando in vantaggio i suoi. Il gol degli spagnoli manda in tilt la Roma che al 59° subisce il bis: Bale crossa col mancino dalla destra, Benzema fa da torre e Vazquez tutto solo chiude i giochi.

Il finale di gara è accademia Real, con il pubblico dell’Olimpico che accompagna il rientro negli spogliatoi con i fischi.