Esclusiva Centro Suono Sport, Maurizio Biscardi a “Io sto con gli indiani”

Esclusiva Centro Suono Sport, Maurizio Biscardi a “Io sto con gli indiani”

Maurizio Biscardi è intervenuto a Centro Suono Sport nel corso della trasmissione “Io sto con gli indiani”. Ecco il suo intervento.

Come giudichi Roma-Inter?
La partita non mi è piaciuta, mi è sembrata troppo parrocchiale. I nerazzurri sono andati in vantaggio immeritatamente a causa dell’episodio del rigore su Zaniolo. La squadra di Spalletti doveva chiuderla a quel punto, ma non ha avuto cinismo. La mancata applicazione del VAR è stato come un voler chiudere gli occhi e non guardare. Se non ci fosse stata l’assegnazione del penalty segnato da Kolarov ci sarebbe stata con tutta probabilità un’invasione di campo.

Come stai vedendo Nainggolan quest’anno?
I tifosi della Roma hanno il vizio di trattare chi se ne va come un traditore, quando invece le situazioni vanno valutate caso per caso, i calciatori sono tutti professionisti. Giudicarlo all’Inter è impossibile, l’infortunio è serio, il ragazzo non è giovanissimo e se fossi nella società gli direi di riposare e di farmi un buon finale di campionato.

Spalletti è il tecnico giusto per l’Inter?
Spalletti va bene per l’Inter o per lo meno considerando che tipo di tecnico è. Lui è perfetto per un livello medio-alto, leggermente al di sotto di un allenatore “top”. La squadra sta facendo il suo con qualcosa di più.

Icardi ti convince?
Il suo livello è lo stesso di Spalletti, poco al di sotto dei top-player: è un grande giocatore ma gli manca l’attitudine alle grandi partite. Se l’Inter si qualificherà in Champions sarà merito suo.