De Rossi: “E’ un momento delicato per noi, vogliamo fare una grande partita”

Daniele De Rossi, centrocampista e capitano dell’AS Roma, ha rilasciato un’intervista a Dazn. Queste alcune delle sue dichiarazioni: “La partita contro la Juventus? Nella sfortuna abbiamo una fortuna. Abbiamo talmente tanta pressione ultimamente, per via della nostra classifica, delle nostre prestazioni, che la pressione di Juve-Roma la viviamo relativamente male, relativamente con grossi pesi sulla schiena. Siamo in un momento delicato, perché sappiamo che stiamo facendo meno bene di quanto dovremmo fare, sappiamo che siamo tutti sotto osservazione, che il mister è sotto osservazione e tutti noi vogliamo fare una grande partita, più per noi che per l’importanza della sfida stessa. Poi se andiamo nel dettaglio della sfida sappiamo che le pressioni non sono soltanto quelle che riguardano la nostra situazione di gioco adesso ma anche per l’avversario che avremo di fronte che è il più forte che c’è”.

Sul mercato dell’AS Roma: “I giocatori che sono arrivati sono forti, non è detto che siano meno forti di quelli che sono andati via. L’errore che abbiamo fatto, anche noi giocatori e tutta la piazza, è l’aver parlato troppo di chi abbiamo perso e forse questo peso si è sentito troppo sulle spalle di chi è arrivato e non è stato giusto. Il dispiacere per chi è andato via rimane ancora oggi forte ma doveva essere assimilato da parte dei giocatori e di tutti quanti in maniera più sciolta. Le cose non stanno andando bene per noi a livello di squadra ma i singoli, quelli che sono arrivati da pochi mesi, stanno migliorando e si stanno integrando bene”.

La partita contro il Porto: “E’ di nuovo l’inizio di un sogno. E’ stata una pagina nera della mia carriera perché è stata un’espulsione che ci ha penalizzato nella partita di ritorno. E’ un peso che sento e che ho sentito tanto dentro di me, ora rimane però la nostra avversaria agli ottavi di Champions, la squadra che ci divide con il tornare ad essere tra le otto squadre più forti d’Europa. Ed è qualcosa d’importante per la Roma e per questa Roma qua in particolare”.