Di Francesco: “Roma agonizzante ma dobbiamo ribaltare questa situazione”

Di Francesco: “Roma agonizzante ma dobbiamo ribaltare questa situazione”

Eusebio Di Francesco ha parlato oggi in conferenza stampa alla vigilia della delicata sfida contro il Milan di Gennaro Gattuso. La Roma viene dalla pesantissima sconfitta subita contro la Fiorentina e il tecnico ha risposto così alla domanda sulla condizione della squadra: “Come si riparte? Mettendo in campo una prestazione di grandissimo livello, non solo fisica ma anche mentale, cosa fondamentale soprattutto in questo momento delicato. Non ho detto che è una squadra malata ma che non è guarita ed è differente. Le risposte che aveva dato nelle partite precedenti erano state positive, anche se spesso siamo caduti in alcuni momenti di quelle stesse partite. Siamo agonizzanti ma non per forza dobbiamo morire, possiamo anche salvarci e tornare ad essere vitali sotto tutti i punti di vista. Capisco la depressione ma nella vita esistono queste cose e dobbiamo ribaltarle con gli atteggiamenti e le prestazioni”.

La Roma è un blocco unito? Qual è la sua valutazione sulla squadra? “Dobbiamo migliorare sotto tante cose ma c’è il desiderio, la voglia da parte dei ragazzi di volersi rifare. Mi sento un papà che in certi momenti alla squadra non ha dato i consigli giusti. Dobbiamo ritrovare questa unità di intenti e non disunirci nelle difficoltà. Io devo trovare le soluzioni, voi trovate le colpe. Voi scrivete e giudicate, io devo trovare le soluzioni e adesso dobbiamo restare uniti, sinceri nella comunicazione generale. C’è un libro che dice che quando si va a comunicare ci deve essere lealtà tra le parti, qui dentro è difficile ma nello spogliatoio è la cosa più importante di tutte. I principali responsabili di tutto questo siamo noi, non è l’esterno”.

Il Milan: “Tre partite fa era nella nostra stessa situazione, era in difficoltà, e una settimana spesso fa cambiare tutto, giudizi, posizioni, i momenti positivi. Ha fatto due ottime prestazione in coppa, giocando una partita difensiva e non sarà una partita facile. E’ una squadra organizzata che sta attraversando un buon momento”.

Torna De Rossi. Come sta? “Mi auguro che possa fare una prestazione dal punto di vista della presenza, dell’aiuto generale, della capacità di stare in campo, di essere un po’ il mister dentro la partita. Questo sarà molto importante. Il dubbio riguarda come starà in partita fisicamente perché non ha mai giocato, anche se si è allenato con costanza dando risposte positive, non sente dolore quando calcia”.

Dzeko nervoso a Firenze: “Credo che sia stata la parte più brutta di una sconfitta dolorosa. Ha chiesto scusa a tutta la squadra ma siamo uomini, ha avuto un atteggiamento sbagliato e non deve più accadere perché nelle difficoltà dobbiamo essere uniti. I primi 20 minuti del secondo tempo sono stati i migliori della squadra e dopo aver preso il 4-1 ed essere rimasti in 10 l’intelligenza sta nel cercare di non prendere più gol. La fortuna del calcio è che ti dà la possibilità di poterti rifare e far capire che quella sconfitta è stata solo casuale”.