Baldissoni: “Lo Stadio della Roma? Abbiamo un diritto a vederlo realizzato. L’approvazione può arrivare già ad aprile, ci aspettiamo che il Comune mantenga questa linea”

Baldissoni: “Lo Stadio della Roma? Abbiamo un diritto a vederlo realizzato. L’approvazione può arrivare già ad aprile, ci aspettiamo che il Comune mantenga questa linea”

Il vicepresidente dell’AS Roma, Mauro Baldissoni, ha parlato a Sky Sport tornando sull’argomento riguardante il progetto Stadio della Roma.

“Sullo Stadio della Roma, come procedura amministrativa, non ci possono essere dubbi, non ci devono essere dubbi e questo costituisce un diritto acquisito da parte della Roma. Quando parliamo dello Stadio lo diciamo sempre e lo abbiamo ripetuto tante volte non abbiamo un’aspettativa ma abbiamo un diritto a vederlo realizzato, e vederlo realizzato nei tempi più rapidi possibili visto che appunto la Conferenza dei Servizi lo aveva ormai approvato da quindici mesi. Episodi potenzialmente corruttivi afferiscono alla responsabilità individuale delle persone coinvolte. Ce ne dispiace, speriamo che il coinvolto possa provare la sua innocenza e se così non fosse è giusto che paghi per le sue responsabilità, ma d’altro canto ci sono anche delle responsabilità collettive di chi amministra la città e che ha come responsabilità, nei confronti dei proponenti e di investitori che hanno acquisito dei diritti sul progetto, la responsabilità di farlo realizzare, di vederlo realizzato anche perché un investimento straniero di più di 1 miliardo sulla città di Roma è e deve essere una priorità per la città e per tutto il Paese”.

“Abbiamo condiviso negli ultimi giorni con il Comune che effettivamente possono bastare poche settimane per avere già ad aprile una finalizzazione di tutta la documentazione che serve per l’approvazione e quindi ci aspettiamo che il Comune mantenga questa linea di lavoro e di intervento per completare entro aprile i lavori che abbiamo condiviso e che debbono essere completati”.

Pallotta e tutti quelli che hanno deciso di investire insieme a lui in questo progetto hanno dimostrato di credere allo sviluppo di questo Paese e di questa città in particolare e anche da questo punto di vista tutti noi che lavoriamo intorno a questo progetto dobbiamo sentire la responsabilità di perseguire un progetto così importante che investitori stranieri hanno deciso di affrontare in questa città. Parliamo di più di un miliardo di investimenti. Quindi, nonostante ogni tanto fa delle valutazioni che possono portarlo in qualche modo a dubitare dell’opportunità di dover attendere tanto tempo, di dover affrontare tante difficoltà è determinato ad andare fino in fondo ma noi abbiamo la responsabilità di non far cambiare idea a lui e agli investitori che con lui hanno deciso di investire”.