Rosella Sensi: “Totti? Hanno tirato la corda”

Rosella Sensi: “Totti? Hanno tirato la corda”

L’ex presidente dell’AS Roma Rosella Sensi ha parlato ai microfoni del quotidiano Corriere dello Sport. Queste alcune delle sue parole su Francesco Totti.

Come ha vissuto l’addio di Totti?
«Credo che sia stata ancora più amara questa giornata rispetto a quando ha lasciato il campo, andare via dalla Roma quando sei appassionato è dolorosissimo. Io ne ero consapevole, sapevo che dovevo farlo. Lui non è riuscito a fare quello che avrebbe voluto, glielo hanno impedito».

Cosa consiglia a Francesco?
«In questo momento gli consiglio di rifl ettere con grande calma, lui può fare qualsiasi cosa».

Dicono che Francesco non parla l’inglese e questo è un limite.
«Il problema della lingua è stata una considerazione inelegante. Il calcio è internazionale e si parla con il pallone. Hanno preso un allenatore che non è italiano, che non conosce la lingua, non vuol dire che sia incapace».

Totti ha ricordato che la qualifica di direttore tecnico era già prevista nel contratto firmato con voi.
«Era nelle nostre ipotesi, ma gli avevo anche detto che se nel tempo si fosse riconosciuto in un altro ruolo andava bene lo stesso. Francesco non può lasciare la Roma, il ruolo di direttore tecnico si adattava benissimo a Totti, ma tenendolo in considerazione, coinvolgendolo. Il carattere calmo di Francesco è molto determinato. Quando rinnovavamo il contratto avere personaggi molto competenti, ma l’ultima parola doveva essere la sua. Il grande equivoco è che non hanno capito Frandesco e hanno tirato la corda».