FOCUS AVVERSARIO | Jakub Jankto, cementatore di fascia sinistra

Alla vigilia di Sampdoria-Roma, indipendentemente dal fatto che con l’allerta arancione il rischio di rinvio della gara si fa sempre più concreto, presentiamo nel dettaglio il prossimo avversario giallorosso partendo da uno dei pochi elementi singoli capaci di salvarsi nel complicatissimo avvio della squadra ligure.

Jakub Jankto, in azione con la maglia dell’Udinese

LA FASCIA COME TERRENO DI CACCIA – La Sampdoria di Eusebio Di Francesco, esonerato dopo sole 7 giornate, ha provato a poggiare le sue (poco) solide basi di gioco su un 3-5-2 di Mazzarriana memoria, dove Jankto provava ad essere protagonista nelle due fasi con gran dispendio fisico. Dopo aver saltato terza, quarta e quinta di campionato per un infortunio muscolare giunto all’alba di settembre, Jankto è tornato in squadra in pianta stabile alla sesta contro l’Inter, timbrando l’unico sigillo sinora in stagione. La botta che ha battuto Handanović non è servita ad invertire la rotta nella gara conquistata dagli uomini di Conte, ma ha fatto vedere ai più come una squadra apparsa “spuntata” in questo primo scorcio possa scommettere sulle sortite offensive del ritrovato esterno, ancora alla ricerca dello smalto che ne contraddistinse la prima esperienza italiana con l’Udinese.

EX ARMA FANTACALCISTICA – Ad osservare le statistiche dal suo arrivo in Italia, a fari spenti com’è in pieno stile “crac friulano”, il nativo della Repubblica Ceca mise molti fantallenatori d’accordo con una regolarità notevole nella propensione al bonus. 5 gol e 4 assist nel 2016/2017, numeri invertiti (4 reti e 5 passaggi decisivi) l’anno successivo, dove il coraggio nelle sovrapposizioni d’attacco da esterno a tutta fascia nel centrocampo a 5 non faceva però sempre il paio con la presenza in difesa.


ESTERNO CANGIANTE – La sua prima stagione alla Sampdoria, complice la difesa a 4 “made in Giampaolo”, ne ha frustrato le statistiche in attacco, (0 gol in 25 presenze) pur mostrando un nuovo possibile impiego del ceco: in molti casi, l’ex allenatore del Milan, ha sfruttato il “sinistro buono” di Jankto nel cuore del campo, affiancandolo da mezzala nel reparto assieme a Linetty e Praet. L’arrivo di mister Ranieri sulla panchina blucerchiata lo pone infatti di nuovo lì, nel pieno della lotta a metà campo sul centro-sinistra.

Tutto il compartodestro” della Roma, a partire dall’adattatomancinoSpinazzola a terzino opposto, è avvisato. Sarà quanto mai importante, in ottica equilibri, che Florenzi “versione ala” non dimentichi di dar man forte anche in difesa sul settore di competenza.

REDAZIONE