LA PARTITA | Delusione Roma: la banda di Fonseca perde pezzi e fa 0-0 al Ferraris

LA PARTITA | Delusione Roma: la banda di Fonseca perde pezzi e fa 0-0 al Ferraris

Al Ferraris l’ottava giornata di Serie A con la Roma di Fonseca che cerca punti punti in zona Champions, dove Lazio e Atalanta hanno impattato ieri per 3-3. Prima sulla panchina blucerchiata per Claudio Ranieri, ex d’eccezione di una gara dove il mister portoghese dei giallorossi sceglie Nikola Kalinic dal 1′ al posto del “mascherato” Edin Džeko. Della gran pioggia annunciata negli scorsi giorni, poche tracce.

Bryan Cristante e Nikola Kalinic, usciti entrambi per infortunio nei primi 45′ contro la Sampdoria

CRISTANTEKALINIC, DOPPIO KO  – Una Roma manovriera in avvio deve soffrire subito (l’ennesimo) infortunio della stagione. Noia muscolare per Cristante al 6′, con Pastore – sino all’ultimo in lizza per essere titolare – dentro dalla panchina. Nei primi 20′ di gara non ci si spella le mani dallo spettacolo, con la Sampdoria che tenta un paio di sortite da fuori area e con la Roma che non trova la giusta misura negli assist lunghi verso Kalinic e KluivertKolarov più impreciso del solito: esempio chiave al 21′, quando Zaniolo sciupa un ghiottissimo contropiede servendo male Kalinic lanciato in uno-contro-uno con Audero. Il croato, autore di un primo tempo quantomeno “di movimento & cucitura”, si fa male in un contrasto con Murillo ed è costretto a dare forfait in chiusura di prima frazione. Dentro Dzeko, con maschera protettiva.

Pau López, poco impegnato al Ferraris

POCHISSIMI TIRI – Roma discretamente propositiva in avvio di ripresa, con azioni che in velocità passano per i piedi di Edin Dzeko, maestro nel far scorrere per i tre trequartisti che gli si alternano attorno, anche se i tiri in porta latitano clamorosamente. Audero & Pau López non compiono parate sino al 70′, quando l’estremo difensore spagnolo giallorosso si supera su una botta di De Paoli su sviluppi da corner alzando sopra la traversa.  A 15′ dal termine Fonseca gioca la carta Perotti, al rientro dall’infortunio, al posto di Florenzi, acciaccato dopo un contrasto con Bereszynski. Al 78′ ci prova Dzeko dopo un’azione insistita, ma Audero para il primo tiro nello specchio della Roma, con il “catenaccioraneriano che funziona eccome per ora. Replica infatti Quagliarella un minuto dopo, con Pau López che blocca senza problemi.

Justin Kluivert, espulso a 5′ dal termine

PASTORE-SMALLING PROVANO, INGENUITÀ KLUIVERT – La Roma prova a forzare i tempi negli ultimi 10′: prima Pastore sfiora il palo alla destra di Audero con un tiro radente, poi Smalling va vicinissimo allo 0-1 con un colpo di testa salvato sulla linea, anche se Maresca aveva già fermato tutto per una fallo in attacco. A 5′ dalla segnalazione del recupero, la Roma resta in 10 per l’espulsione di Kluivert, che replica il fallo con cui aveva ottenuto il giallo nel primo tempo con un altro intervento scomposto ed in ritardo. Pau López è super all’88′ su un tiro dalla fascia di Bonazzoli, con la Roma che denuncia affanno per l’inferiorità numerica. Si chiude così, con uno 0-0 amarissimo che non permette alla Roma di accorciare sul quarto posto, mentre si allunga la lista degli infortunati, rimpolpata al Ferraris dalle defezioni di Cristante e Kalinic, con le condizioni che verranno monitorate nei prossimi giorni. Giallorossi sesti, sopravanzati di una lunghezza dal Cagliari.

REDAZIONE