FLASHNEWS | Kalinic & Cristante, doppia lesione: probabile il ritorno direttamente nel 2020

Nikola Kalinić e Bryan Cristante, usciti anzitempo dal Ferraris durante Sampdoria-Roma, rischiano di rimanere fuori fino al 2020. I primi esiti strumentali confermano in tutti e due casi infortuni più gravi del previsto, per il croato del ginocchio, per l’azzurro dell’adduttore.

ORA C’E’ SOLO DZEKO – Il peso dell’attacco giallorosso, per un po’ di tempo, graverà solo sulle acciaccate spalle di Edin Dzeko. Il centravanti bosniaco dovrà farsi carico del ruolo di centravanti centrale senza una riserva nel ruolo, pare, per quasi due mesi. Tale è lo stop che dovrà vivere il suo “secondo” croato, con la frattura della testa del perone e l‘interessamento del mediale che non significheranno “operazione“, ma terranno comunque da almeno tre settimane ad un mese e mezzo i box l’ex Fiorentina, Milan ed Atletico Madrid. Fatale il contrasto sulla fascia col colombiano Murillo, anche se pochissimi in quel momento si aspettavano qualcosa di diverso da un trauma contusivo…

ALLUNGO FATALE – Le condizioni di Bryan Cristante, semmai, sono ancor più gravi. Lesione con distacco del tendine dell’adduttore ed operazione chirurgica immediata in Finlandia. Nella più rosea delle ipotesi siamo sui 3 mesi di “fermo”, anche se nel caso del milanista Jack Bonaventura si andò addirittura oltre i 4. Allarme rosso in mediana quindi, col solo Veretout al momento eligibile, data l’assenza già assodata ancora per qualche settimana di Diawara e Pellegrini.

REDAZIONE