LA PARTITA | Terza vittoria consecutiva per il terzo posto!

LA PARTITA | Terza vittoria consecutiva per il terzo posto!

All’Olimpico va in scena il primo anticipo dell’11ª giornata di Serie A, con Roma e Napoli che si sfidano con in palio il quarto posto occupato dai giallorossi, che nel turno infrasettimanale hanno scalzato dalla piazza Champions proprio gli “azzurri“. Fonseca con Cetin dal 1′ al posto di Fazio squalificato in difesa e Kluivert-Pastore riconfermati, Ancelotti (in tribuna) mette in campo una squadra a pesante trazione anteriore, complice l’assenza di Allan a centrocampo.

La rete di Zaniolo al 20′

NICOLÒ NON SI FERMA PIÙ – L’avvio di gara è equilibrato, con Roma e Napoli che aggrediscono alte i portatori di palla. Sembra più “calda” la Roma, che con Kluivert prova a mettere paura a Meret con un paio di velenose conclusioni da fuori. L’equilibrio è spezzato però ancora una volta da Nicolò Zaniolo. Il trequartista giallorosso raccoglie un grande assist a rimorchio al limite dell’area di rigore e scarica una botta pazzesca sotto l’incrocio dei pali senza lasciare scampo a Meret. Azione pregevole della Roma, partita dai piedi di Mancini in impostazione bassa.

Kolarov, per lui rigore sbagliato nel primo tempo

KOLAROV FALLISCE IL RIGORE – Al 24′ grandissima occasione per il raddoppio della Roma. Su una percussione di Smalling, Callejon sfiora col braccio in area di rigore. Dopo il check in campo al VAR, per Rocchi è penalty. Kolarov sfida Meret, che è abilissimo a tuffarsi sulla destra e a respingere. Di qui in poi il primo tempo cambia volto, col Napoli che si renderà pericolosissimo in molte occasioni aumentando il ritmo e le sfuriate offensive.

Pau López, salvato dai legni su Milik e Zielinski

TRAVERSA & PALO – A dire il vero si abbassa il baricentro della Roma, Fabian Ruiz e Zielinski prendono possesso della mediana e cuciono gioco assieme ai movimenti sempre intelligenti di Milik. Prima Smalling è costretto al salvataggio sulla linea su colpo di testa di Di Lorenzo, poi Pau López deve ringraziare i legni della sua porta per ben due volte nello spazio di pochi secondi. Milik prende la traversa piena di testa e sulla ribattuta Zielinski è sfortunatissimo nel cogliere il palo con un super destro al volo. In mezzo un paio di folate improvvise di Mertens ed Insigne, che per fortuna di Fonseca non fanno 1-1 sfiorando i pali giallorossi con potenti conclusioni da fuori. Il primo tempo termina 1-0, con la Roma che inizia alla grande e finisce subendo l’iniziativa di quelli di Ancelotti.

Jordan Veretout, segna il pesantissimo rigore del 2-0 con freddezza

VERETOUT DI GHIACCIO, RAMMARICO KLUIVERT – La Roma inaugura la ripresa con la stessa aggressività mostrata in avvio di gara, venendo premiata alla prima occasione. Un ispiratissimo Pastore se ne va in area di rigore al 10′ e Mario Rui tocca nettamente col braccio. Stavolta Rocchi non ha bisogno del VAR per indicare il dischetto: Veretout è glaciale ed insacca sotto l’incrocio dei pali, con Meret che anche in questo caso aveva intuìto sfiorando. Il Napoli è colpito di nuovo “a freddo” e rischia di capitolare definitivamente un minuto dopo, quando Kluivert prende in pieno la traversa con una bordata da fuori area.

Rocchi ha sospeso la gara per 1′ nella ripresa

ROCCHI SOSPENDE LA PARTITA AL 68′ – Dopo la “minaccia” giunta dallo speaker dello Stadio Olimpico, l’arbitro Rocchi interrompe la gara per cori di discriminazione razziale. Dzeko va sotto la Sud per incitare all’applauso ed al tifo sano. Si riprende dopo un minuto di riflessione per tutti.

Arek Milik, autore del gol del 2-1

MILIK ACCORCIA LE DISTANZE, MA NON BASTA – La Roma sembra essere in controllo, ma con le individualità dei partenopei c’è poco da scherzare. Lozano (entrato un quarto d’ora prima al posto di uno scialbo Callejon) va via sulla destra e mette in mezzo per Milik, che approfitta di una lettura imperfetta di Cetin e infila la porta sguarnita di Pau López. È il 70′, gli “azzurri” sono sbilanciati e la Roma prova a pungere in contropiede grazie agli strappi lucidi e precisi di Pastore. Gol annullato alla Roma all’82′ con Dzeko che aveva insaccato di testa sugli sviluppi da corner in posizione di fuorigioco. Le varie sostituzioni non cambiano di troppo la sostanza degli equilibri in campo. Gli ultimi minuti di gara sono di sofferenza per i giallorossi, nonostante il Napoli crei l’occasione chiave solo al 96′: Rocchi vede chiara occasione da gol sul fallo al limite di Cetin ed espelle il turco. Milik va al tentativo di trasformazione ma coglie la barriera proprio sul triplice fischio. Vince con merito la Roma di Fonseca, che vola a +4 su quelli di Ancelotti balzando momentaneamente al terzo posto in classifica. Sesto risultato utile consecutivo dal rientro dalla sosta e terza vittoria in fila in nemmeno sette giorni.

REDAZIONE