ARTICOLO | Roma sconfitta al 95’. Si complica il cammino per la qualificazione

ARTICOLO | Roma sconfitta al 95’. Si complica il cammino per la qualificazione

Un’altra beffa per la Roma di Paulo Fonseca. E ancora contro il Mönchengladbach. Dopo la colossale svista dello scozzese Collum all’Olimpico, che ha permesso ai tedeschi di pareggiare nei minuti di recupero, anche al Borussia Park i giallorossi vengono penalizzati dall’arbitraggio. Sull’avvio dell’azione del primo gol, direttore di gara e guardalinee, infatti, non si accorgono che il pallone è uscito dalla linea laterale. Un abbaglio che, una manciata di secondi dopo, diventa decisivo: Thuram punta Smalling, effettua un cross basso, che Fazio, nel tentativo di intervenire, deposita sfortunatamente nella propria porta.

L’allenatore della Roma per la gara delicata contro i primi della classe in Bundesliga cambia solamente Spinazzola alle prese con un affaticamento muscolare e lancia titolare Santon. Ancora panchina per Florenzi, conferma definitiva che il tecnico non vede assolutamente il capitano della Roma nel ruolo di terzino. Non cambia niente dal centrocampo in su con Mancini ancora ad affiancare Veretout in mediana e Pastore, Zaniolo e Kluivert a supporto dell’attuale capitano Edin Dzeko.

Se il primo tempo è opaco, per fortuna nella ripresa suona tutta un’altra musica. Il centrale argentino si fa perdonare l’autogol, riequilibrando la gara al minuto 64. Fonseca, intelligentemente, con i cambi, cerca di aumentare il potenziale offensivo: fuori Pastore e Zaniolo, dentro Perotti e Under. Nonostante le numerose occasioni, tuttavia, la Roma non trova il vantaggio e, ancora una volta nei minuti di recupero, subisce la rete del 2-1. Stavolta da Thuram, che batte Pau Lopez con un preciso colpo di testa. Ora, dopo la doppia sfida contro i tedeschi, la classifica del girone J non sorride alla Roma: occorrono.