TOP & FLOP + PAGELLE | Non cambiare mai Pau! Zaniolo intristito

TOP & FLOP + PAGELLE | Non cambiare mai Pau! Zaniolo intristito

Seconda sconfitta della settimana per la Roma, che vede terminare la striscia di sei risultati utili consecutivi in campionato. Parma più brillante fisicamente e “bravo & fortunato” nei momenti chiave della gara.

CLICCA QUI PER LA CRONACA COMPLETA DELLA PARTITA PARMA-ROMA

Pau López 7: Para ogni cosa tranne i tiri impossibili. Dopo Szczesny e Alisson la Roma ha trovato un altro “portierone”. Non fosse stato per lui, la doccia fredda del 2-0 sarebbe arrivata molto prima. NON TE NE ANDARE

Spinazzola s.v.: Sarebbe brutto dargli un voto anche se sostituito al 26′. Spinge finché il solito muscolo non si sfalda. FRAGILE (dal 26′ Santon 6: Non ha colpe eccessive sui gol del Parma e corre tanto nel secondo tempo, pur non crossando mai in maniera decente. ANTI-FLORENZI).

Smalling 6,5: Del pacchetto arretrato è il più brillante, pur cedendo fisicamente nel finale. Se gli metti accanto Fazio o Mancini comunque la treccina non si scompiglia. CONFERMA

Fazio 5,5: Si fa scappare spesso Cornelius, che non è esattamente un fulmine di guerra. Lascia Gervinho nelle grinfie di Smalling (e fa bene). ANDAMENTO LENTO (dal 71′ Diawara 5,5: Un paio di verticalizzazioni ma niente di più per un centrocampista che rischia presto di diventare l’ennesimo oggetto misterioso. OPACO)

Kolarov 6: Guadagna mezzo voto per la punizione al bacio. Peccato che il pallone vada a baciare il palo. Peccato che Kolarov non invii esattamente ‘baci al cielo’ nell’occasione, non riprendendosi dallo choc di lì in poi. BACI & BLASFEMIA

Mancini 5,5: Sempre più in riserva, l’arretramento accanto a Smalling lo appanna ulteriormente. Con la bombola d’ossigeno in spalla. BENEDETTA SOSTA

Veretout 6,5: Ci sono due Veretout. Anzi, forse ce ne sono tre. Uno spezza, uno imposta, uno fa uomo-ombra ai primi due. La Roma gioca tante gare attaccate? Lui a fine gara va a giocare a Calcio a 8 fuori dal Tardini con alcuni amici accorsi dalla “vicina” Francia. MOLTIPLICATO

FLOP | Zaniolo 5: Prigioniero del dover pungere a tutti i costi, si morde la lingua e denuncia tossine atletiche importanti. Fumoso come il primo Kluivert. SI ANNOIA

Pastore 5,5: Insufficienza forse ingenerosa dato che l’impegno e (due, tre) giocate le fa vedere. Pecca in fase di ultimo passaggio ed è sempre caracollante al tiro. PERDONATO (dal 65′ Under 6: Difficile entrare nel momento in cui la Roma prende gol e le squadre si spezzano. Prova ad illuminarsi nel mezzo e mette paura a Sepe in un’occasione. RIVOGLIAMO CENGIZ)

Kluivert 6: Nel primo tempo imperversa, nel secondo tempo azzanna ad intermittenza. Si consente il lusso del salvataggio sulla linea in poderosa diagonale difensiva. Solita ammonizione “ammazza-Fantacalcio” nel finale. ZANZARA CATTIVA

Dzeko 5: Palma di peggiore in campo da condividere con Zaniolo. Nessuno tocchi Edin Dzeko edizione 2019/2020; peccato che lui pensi lo stesso del pallone, entrando pochissime volte in “clima Dzeko” e non facendo mai male a Super-Sepe. DA RIMASCHERARE

Fonseca 5,5: Il mister le prova tutte nel secondo tempo arretrando Mancini, avanzando Under e ingaggiando un cecchino che abbatta Sepe dalla tribuna Ovest. Peccato che il portiere di Torre del Greco si sia portato il giubbotto anti-proiettile d’eccezione. La sua Roma rifiaterà nella sosta. CAPO DEI PALOMBARI