Giorgio Martino: “Chiedere 800 milioni per la Roma mi sembra fuori dal mondo”

Giorgio Martino: “Chiedere 800 milioni per la Roma mi sembra fuori dal mondo”

Queste le parole di Giorgio Martino, volto storico della Rai, intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport (FM 101.5) durante la trasmissione Centro Suono Calcio:

Che idea si è fatto della trattativa per l’acquisto della Roma da parte di Friedkin?
“Sono chiare le difficoltà economiche di questo attuale gruppo dirigente che controlla la Roma. Hanno fallito in questi anni, anche con Di Benedetto, non c’è stato un successo; sembra quasi una presa in giro chiedere 800 milioni a fronte dell’investimento di 250-260. In cosa si è arricchita la società per chiedere così tanto? Mi sembra fuori dal mondo sia dal punto di vista economico sia da quello calcistico”.

Fonseca ha recuperato gli infortunati, quanto potrà aiutare?
“Credo ci possa essere ottimismo, non euforia come di solito accade a Roma. Si può guardare con ottimismo al futuro dal punto di vista dei risultati: il recupero di Mkhitaryan e Pellegrini alzeranno il livello tecnico della squadra“.

Si prevede un’altra panchina per Florenzi. Che cosa ne pensa?
“Prima si poteva immaginare Florenzi che non fosse al meglio, ormai è una cosa concreta la preferenza di Fonseca a vederlo non come un difensore. Dopo la buona presenza con la Nazionale, buona non ottima, ha dimostrato di essere in condizioni fisiche discrete e può giocare in quel ruolo”.

Dove può arrivare la Roma quest’anno?
“Può pensare di fare una stagione migliore di quella dell’anno scorso che non ci si poteva nemmeno pensare. Con il lavoro di Fonseca e la volontà di adattamento dei giocatori sono cose positive che possono portare a buoni risultati. Non mi butto nel fare pronostici, il fatto che alcune squadre abbiano un pò di ritardo fa sperare che si può entrare nelle prime 4”.

Mandzukic potrebbe essere utile alla Roma?
“E’ un giocatore collaudato, sa ricoprire bene le due fasi: sa fare l’attaccante e sa fare il lavoratore sulla fascia, come faceva Delvecchio. Alla Juventus è stato determinante in quel ruolo, molto umile a fare il gregario, nonostante arrivasse come prima punta”.

Domenica, col Brescia, potrebbero esserci episodi spiacevoli con Balotelli o dobbiamo preoccuparci solo del Balotelli calciatore?
“Chi va allo stadio e insulta Balotelli, sa benissimo che fa un danno alla Roma. Mi auguro, perciò, non ci sia una chiara volontà di creare problemi al club”.