Home News Roma LA PARTITA | Pellegrini inventore di classe: 3-0 di giustezza della Roma...

LA PARTITA | Pellegrini inventore di classe: 3-0 di giustezza della Roma in Turchia

875
0

Al “Fatih Terim” di Instanbul la Roma scende in campo contro i padroni di casa del Basaksehir. All’andata fu 4-0 per i giallorossi di Fonseca, che schierano Santon titolare e destra al posto di Spinazzola e confermano Kluivert sulla trequarti (a discapito di Under). Dzeko & Co. cercano i tre punti per vivere con più tranquillità l’ultima del girone in casa col Wolfsberger; in panchina a condurre gli “orange” padroni di casa c’è Okan Buruk, vecchia conoscenza della Serie A (con la maglia dell’Inter).

OCCASIONI BASAKSEHIR, RIGORE SU ZANIOLO? – La Roma prova a controllare le operazioni in avvio orchestrando gioco sulle fasce, ma la prima occasione è per il bosniaco Visca: il compagno di nazionale di Dzeko va vicino al palo alla sinistra di Pau Lopez con un bel destro a giro a culmine di un contropiede condotto in solitaria. Al 15′ primo cambio per il Basaksehir: fuori Guldbransen infortunato, dentro Behic all’ala sinistra. 4′ dopo grande occasione per Crivelli che calcia comodamente da centro area, con Mancini che fa muro davanti all’area piccola. Al 22′ il primo spunto della Roma: Dzeko apre la via del gol a Zaniolo, che galoppa centralmente e viene spinto vistosamente di fronte a Gunok da Ponck e Clichy. Per Hategan non ci sono gli estremi per il calcio di rigore.


Davide Santon, preferito all’acciaccato Spinazzola sulla destra

ROMA PUNITIVA – Cambiano le gerarchie della Roma su calcio di rigore. Se ne accorgono tutti al 30′, quando Veretout va dal dischetto dopo il fallo di mano di Topal su tiro da fuori di Pellegrini. Il mediano francese è perfetto dagli undici metri e fa 0-1. La reazione dei turchi è tecnicamente flebile e la Roma raccoglie i frutti dell’aver sbloccato la gara: spazi aperti in verticale e ferocia nell’attaccarli. Sale in cattedra Pellegrini, che tra il 41′ ed il 46′ disegna due splendidi assist per Kluivert e Dzeko. L’olandese è bravo a fuggire alle spalle della difesa di Okan trafiggendo Gunok in diagonale. Stesso dicasi per Dzeko, ancora imbeccato dolcemente da LP7 dalle retrovie. Il bosniaco batte di potenza e sul duplice fischio dell’intervallo dà la sensazione di aver archiviato la pratica Istanbul con mezza gara d’anticipo.


Lorenzo Pellegrini, spiana la strada della Roma con due grandi assist a fine primo tempo

CAMBI ED OSSIGENO – Ad inizio ripresa Okan Buruk cambia volto al Basaksehir: fuori Ponck e Skrtel (infortunato), dentro rispettivamente Robinho e Ozpac. Fonseca può permettersi di fare pretattica per Verona-Roma, tirando fuori Kolarov e mettendo dentro Spinazzola. Brutto episodio al 9′: Pellegrini stava per calciare un corner quando un oggetto è piovuto dalla tribuna soprastante, provocando un taglio alla testa del trequartista giallorosso. Gara sospesa per 3′, fino al rientro (bendato, ndr) del trequartista giallorosso. Episodio dubbio in area della Roma al 20′, con Smalling che colpisce col braccio su un cross dalla sinistra: tutto liscio per Hategan. Fonseca prosegue nel programma “risparmio-ossigeno” col doppio cambio a 20′ dalla fine: fuori Pellegrini e Dzeko, dentro Under e Mkhitaryan. La gara scorre così fino al termine: la Roma si qualificherà ai turni ad eliminazione diretta se riuscirà a pareggiare in casa col Wolfsberger già eliminato. Scongiuri compresi, non esattamente una missione impossibile.

REDAZIONE

Previous articleBASAKSEHIR-ROMA | LIVE (EUROPA LEAGUE – GIR.J – 5ª) | 0-3 Romaaaa! Lancio dolce di Pellegrini: Dzeko non sbaglia!
Next articleTOP & FLOP + PAGELLE | Pellegrini capitan assist, Santon ha poca fame