NEWS AS ROMA | Pellegrini da blindare: rinnovo senza clausola prima di Natale?

NEWS AS ROMA | Pellegrini da blindare: rinnovo senza clausola prima di Natale?

La lunga assenza per infortunio aveva privato la Roma di un connettore perfetto di centrocampo ed attacco, oltre che di un ragazzo dedito alla causa giallorossa, tanto da non sfruttare la clausola risolutoria per andare a giocare altrove, quando ne ha avuto la possibilità.

ADDIO CLAUSOLA – Dal suo ritorno in campo sono trascorsi solo 180′ (Brescia e Basaksehir), ma il peso specifico di Lorenzo Pellegrini nella Roma di Paulo Fonseca è troppo alto per non spronare Petrachi a lavorare al rinnovo del contratto. La clausola di trenta milioni pagabili in due rate cominciano ad essere un “saldo” fin troppo appetibile per Juventus, Inter e Tottenham su tutte, motivo per cui il contratto in scadenza nel 2022 va riscritto partendo dalle basi. Fondamenta che ci parlano di come Francesco Totti lo abbia indicato come suo erede tecnico (mica male come investitura, ndr).

 

 

Il taglio sulla fronte di Pellegrini, colpito da un accendino lanciato dagli spalti

ACCENDINI VOLANTI – Se la bravura nell’ultimo passaggio è cosa oramai nota, quello che non è scontato all’interno della crescita umana di un giocatore è il suo aumento nei valori del coraggio e della personalità. L’accendino volato dagli spalti del “Fatih Terim” di Istanbul ha aperto un taglio sulla testa di Lorenzo: anziché gettarsi a terra ad accentuare drammi, non ha fatto una piega e si è fatto medicare in gran tranquillità a bordo-campo, tornando in campo col turbante. Non è retorica spicciola, dato che soprattutto negli ultimi anni abbiamo assistito a pantomime delle più disparate in occasione di eventi meno “gravi”.

REDAZIONE