PAGELLONE CENTROSUONOSPORT | Antonio Mirante: all’occorrenza… decisivo!

PAGELLONE CENTROSUONOSPORT | Antonio Mirante: all’occorrenza… decisivo!

In chiusura di 2019 vale la pena stilare un primo bilancio, prima delle vacanze natalizie, del rendimento individuale dei componenti della rosa consegnata nelle mani di Paulo Fonseca. I voti numerici e i giudizi sono riferiti a questo primo scorcio di stagione 2019/2020 e non all’intero anno solare.

VERO NUMERO 12 – Cosa deve fare un secondo portiere se non farsi trovare pronto e pimpante nel momento del bisogno? Nient’altro praticamente. Antonio Mirante, classe 1983 (36 anni), ha esordito nella stagione della Roma in quel di Milano contro l’Inter, replicando la grande prestazione offerta lo scorso anno al Meazza. Pau Lopez aveva sofferto un risentimento muscolare giusto il giorno prima della gara nella tana dell’allora capolista in solitaria. Mirante parò tutto, chiudendo la porta in faccia a Lukaku e Lautaro Martinez anche su qualche sbavatura individuale dei suoi compagni di squadra. Cinque giorni dopo ecco la replica contro il Wolfsberger in Europa League, con la manona sinistra a negare il gol a uno scatenato Niangbo. Quella parata fu bella ma letale, tanto che gli costò un infortunio muscolare che costrinse Pau Lopez (trafitto poi dopo 2′) al forzato ritorno in campo. Affidabilità, serietà, sfrontatezza. Mirante… di te ci si può fidare!

VOTO 6,5 – SCONGELATEMI SE SERVE

REDAZIONE