PAGELLONE CENTROSUONOSPORT | Gianluca Mancini: gli scettici hanno smesso presto di parlare…

PAGELLONE CENTROSUONOSPORT | Gianluca Mancini: gli scettici hanno smesso presto di parlare…

In chiusura di 2019 vale la pena stilare un primo bilancio, prima delle vacanze natalizie, del rendimento individuale dei componenti della rosa consegnata nelle mani di Paulo Fonseca. I voti numerici e i giudizi sono riferiti a questo primo scorcio di stagione 2019/2020 e non all’intero anno solare.

I “PESSIMISTI” TUTTI ZITTI…“Abbiamo preso il centrale dell’Atalanta!”. Poi: “Abbiamo dato via Manolas e guarda chi abbiamo messo al suo posto!”. E giù ancora: “Tanto quando vanno via da Bergamo diventano tutti scarsi!”. Queste tre tipologie di messaggio standard hanno campeggiato per buona parte in tutte le stazioni radio romane da fine calciomercato sino alla prima giornata di campionato. Non è servito troppo tempo prima che tutti potessero ricredersi a proposito di Gianluca Mancini, perno difensivo della Roma di Fonseca e futuro leader della difesa della Nazionale, con la quale con ogni probabilità andrà a giocare da protagonista Euro 2020. I tifosi giallorossi hanno potuto godersi un grande Mancini non solo segnatamente da difensore centrale ma, nella moria totale di mediani, anche più di una volta nel cuore del centrocampo. Mancini ha unito piede educato e recuperi da applausi, dando sempre splendidi segnali sotto il punto di vista della “mimica del corpo”, anche a distanza. Autore di gol magnifico (2-0) contro il Brescia di Grosso, possiamo identificare l’ex Atalanta come uno dei migliori in assoluto di questo positivo primo scorcio di stagione per la Roma, dove Gianluca si è fatto apprezzare anche per qualità umane e di spogliatoio, edificando subito un’intesa di grande spessore con Chris Smalling. Il greco Manolas, volato a Napoli, avrebbe pagato di tasca sua per vivere un’alba di stagione del genere…

VOTO 7,5 – SE CONTINUI COSÌ CI INNAMORIAMO

REDAZIONE