NEWS AS ROMA | Il cambio di rotta targato Friedkin: “Vincere qualcosa è fondamentale per una squadra di calcio”

NEWS AS ROMA | Il cambio di rotta targato Friedkin: “Vincere qualcosa è fondamentale per una squadra di calcio”

Prime dichiarazioni, seppur ancora di contorno e di difficile “assegnazione”. Dan Friedkin non ha comprato la Roma da “affarista” per poterla rivendere, bensì per renderla una creatura finalmente vincente e perciò appetibile sui mercati calcistici orientali, attenti tanto a top players quanto a bacheche.

NON È UNO DI PASSAGGIO – “Sono convinto che il marchio Roma possa espandersi e apprezzarsi. Che i ricavi debbano aumentare. E che sia fondamentale vincere qualcosa, essendo una squadra di calcio”. Queste le parole che Dan Friedkin avrebbe affidato ai suoi familiari nelle ore subito successive alla conclusione dell’affare. Il magnate texano avrebbe così proseguito: “Sono innamorato di questa meravigliosa città sin dal primo giorno. E’ piena di vita e di storia. Ho deciso di investire qui perché voglio lasciare un segno anche nella storiasportiva della città”. Concetti che letti su carta stampata probabilmente regalano una sensazione similissima a quella che i romanisti vissero anni fa all’approdo di Pallotta, ma che certamente offrono un profilo diverso a un personaggio che per forza di cose dovrà distinguersi dalla gestione precedente.

STADIO E TOP PLAYERS – Friedkin è convinto che la questione “stadio di proprietà” sia centrale: se il “pantano Tor di Valle” non dovesse sbrogliarsi nelle sue matasse burocratico-giudiziarie, non è escluso che si cambi completamente “setting” (per usare un termine caro al cinematografo Dan, ndr). Capitolo Top Players: se non saranno loro a chiedere di andar via, la società impronterà le sue politiche in vista di una preservazione della rosa, differentemente dal “Supermarket Trigoria” istituito negli ultimi anni della gestione bostoniana. Per quanto riguarda il profilo societario, come già abbozzato ieri, il figlio Ryan dovrebbe divenire referente diretto del padre nella Capitale, mentre Baldini sembra poter abbandonare definitivamente la nave da un momento all’altro…

REDAZIONE