FOCUS AS ROMA | La prima missione del soldato Friedkin: l’oro di Roma va messo al sicuro!

FOCUS AS ROMA | La prima missione del soldato Friedkin: l’oro di Roma va messo al sicuro!

L’alba del 2020 porta in casa giallorossa una rivoluzione mica male. Dan Friedkin sarà il nuovo proprietario della società giallorossa, grazie a una trattativa-lampo conclusasi sul tramonto del 2019 con l’oramai ex presidente James Pallotta. Cosa chiedono i tifosi della Roma alla nuova proprietà? Cosa chiede la Roma del “nuovo decennio” a se stessa?

LORENZO D.O.P. – La prima missione di Dan Friedkin, soldato al cinema in “Dunkirk” deve essere volta alla preservazione. D’origine protetta: questo l’acronimo da porre accanto a Lorenzo Pellegrini. Per il trequartista romano e romanista cresciuto nei vivai di Trigoria è già pronto un contratto “anti-acquisto”. La clausola rescissoria da 30 milioni deve diventare un ricordo di tempi dove la targhetta del prezzo veniva apposta sui pezzi pregiati di una rosa che va impreziosita nel tempo, anziché essere stravolta ogni calciomercato come fatto sotto la gestione Pallotta.

NICOLÒ TOPZaniolo ha tutte le carte in regola per diventare il testimonial della Roma del futuro. Se Edin Dzeko è ancora – per rendimento e carisma – il giocatore più forte della rosa della Roma del presente, Nicolò sa di avere la potenzialità e i numeri per prendersi l’onere nei prossimi anni. Un progetto a lungo termine deve avere dei puntelli solidi sui quali edificare fortune e trofei: il segnale potrebbe essere proprio quello di arrivare a giugno con la convinzione che il “22” continuerà a calcare il rettangolo verde dell’Olimpico, esordendo casomai da “capitano simbolo” nello stadio che verrà.

REDAZIONE