CURIOSITÀ AS ROMA | Tabù contro le “big”? Fonseca non ci crede e rilancia la scommessa

CURIOSITÀ AS ROMA | Tabù contro le “big”? Fonseca non ci crede e rilancia la scommessa

Stuzzicato in conferenza stampa sul rendimento della sua Roma contro le “big”, Paulo Fonseca ha risposto “per le rime” senza scomporsi. Il tecnico portoghese ha parlato delle buone prestazioni dei suoi nelle gare “difficili” che hanno visto purtroppo il contraltare dell’approccio “morbido” fornito contro le formazioni meno quotate.

SOLO UNA VITTORIA CONTRO LE PRIME 8 – Contro la Juventus si chiuderà il girone d’andata della Roma di Paulo Fonseca ed di lì in poi sarà tempo di stilare i primi bilanci. Guardando con occhio distaccato il buon avvio di campionato dei giallorossi, ci si accorge che per motivi diversi, contro le prime 8, per ora è giunta solo una vittoria. Roma-Napoli 2-1 è al momento l’unico “scontro diretto” nel quale i giallorossi sono tornati a casa col bottino pieno. Con l’Inter un buon pari a San Siro, con la Lazio un derby pareggiato col brivido, col Cagliari dolorosa “X” casalinga, con Atalanta e Parma sconfitte (una in casa e una fuori, ndr). Fonseca ha giustamente rivendicato che la matrice degli incontri ha visto quasi sempre (tranne col Parma nei 90′, ndr) una squadra propositiva, coraggiosa e offensiva. L’ex allenatore dello Shakhtar ha invece puntato il dito sull’atteggiamento dei suoi contro le squadre meno quotate della Serie A, dato che con Torino e Genoa (a dire di Fonseca) si sono persi i punti più importanti dell’anno.

Il messaggio riassunto: se si vuole diventare grandi, bisogna diventare dominanti con le piccole. Ora però prima c’è da sfatare un “mini-tabù” con le “big” domenica sera…

REDAZIONE