ESCLUSIVA CENTRO SUONO CALCIO | Orlandi: “Operazione Florenzi fattibile, Smalling 50 e 50 tra Roma e United”

Dacci una tua sul caso Florenzi. Il Valencia si è fatto sotto con una buona offerta anche in virtù dell’età del giocatore. Vista la situazione da ora fino a fine anno, probabilmente si tratta di una buona occasione per la Roma.

È una valutazione realistica quella di 15 milioni? Data l’età e il ruolo molto usurante, probabilmente la valutazione può starci.

Che ne pensi di Villar? Per quanto riguarda Villar concordo. Il livello della seconda Liga spagnola non è lontanamente quello della Serie A. Può andar molto bene come andare molto male. È un’operazione di prospettiva.

Non era meglio pescare in Serie B? Purtroppo non è uso comune che si faccia così da noi. La Serie B è vista come un “terzo mondo” dai club di Serie A, dato che si punta di più su nomi esotici.

Per quanto riguarda Carles Perez? Dal punto di vista del gusto parliamo di una scommessa: non è un usato sicuro come il Pedro della situazione. Ha fatto il fenomeno nella B spagnola, ma tra la Segunda Division e la Roma c’è tutta la differenza del mondo.

E invece, per quanto riguarda Pedro del Chelsea? Sicuramente Pedro, dal punto di vista commerciale acquisire un giocatore in scadenza (a 5 milioni di contratto) può essere una mossa interessante. Quest’anno non sta giocando: l’ultima gara intera l’ha giocata 2 o 3 mesi fa. Usato sicuro dal punto di vista del curriculum.

Che ne pensi invece di come sta procedendo la trattativa per Smalling? A Manchester qualche fregatura negli anni l’hanno presa: si sono resi conto del rendimento del giocatore e non sarà facile per la Roma acquistarlo. Lo United proverà a giocare sul prezzo e farà le proprie valutazioni.

Un ascoltatore ci ha proposto l’idea Valencia… Dal punto di vista anagrafico Valencia è un usato sicuro. Se si sblocca Smalling e il rapporto tra i due club rimane buono, non è detto che non si possa intavolare una trattativa.

Parlando di possibili bidoni, è rimbalzata oggi una voce riferita a Christie del Fulham.  Non lo conosco granché.

C’è qualche prospetto in linea con le necessità della Roma? Bisognerebbe guardare un po’ più in casa nostra. In Italia ci sono tanti giocatori giovani che si possono lanciare. Bisogna avere il coraggio di lanciare giocatori italiani rischiando qualcosa. Troppe schifezze si sono viste in giro, tali da rallentare in generale tutto il nostro movimento.

Dicci un terzino e una puntaDue prospetti in Italia e due all’estero. In che area geografica ti muoveresti? Non in Inghilterra, dove hanno tutt’altra marcia rispetto a noi. Richarlison dell’Everton è molto interessante. Valutazione sicuramente alta: l’Everton l’ha pagato attorno ai 40 milioni.

Perché ci sono sempre poche contrattazioni col mercato tedesco? Loro sono molto bravi a pescare da nazioni vicine come Austria e Svizzera, li valorizzano e poi li rivendono bene.

REDAZIONE