NEWS AS ROMA | Clamoroso a Tor di Valle, Caltagirone esce allo scoperto: accordo con Friedkin per Tor Vergata?

NEWS AS ROMA | Clamoroso a Tor di Valle, Caltagirone esce allo scoperto: accordo con Friedkin per Tor Vergata?

L’accelerata nelle trattative per il passaggio di proprietà da James Pallotta e Dan Friedkin rischia di svelare (dietro le quinte) un nome e un cognome molto celebre dalle parti della Capitale: Gaetano Caltagirone.

PALPATINE È TORNATO – Lo scoop avrebbe del clamoroso: dopo anni di attesa e silenziosa opposizione al progetto Tor di Valle presieduto da Parnasi & Co., Caltagirone avrebbe tramato nell’ombra e sorpreso tutti, prendendosi la “rivincita” su Marino, Raggi… e Roma in generale. L’imprenditore, da anni al centro di varie vicissitudini giudiziarie, avrebbe già pronto l’accordo con Dan Friedkin, prossimo proprietario della Roma, per la costruzione dello stadio di proprietà nell’area di Tor Vergata. Domenica prima del derby Caltagirone si è palesato di nuovo in tribuna, manco fosse un imperatore Palpatine redivivo nell’ultimo capitolo della saga “Star Wars”. Grazie alla convenzione assegnata con gara europea nel 1987, Caltagirone possiede a ora le carte in regola per poter avviare i lavori già entro la fine dell’anno. I terreni sono nella disponibilità delle imprese che Caltagirone presiede, senza la necessità di dover passare attraverso l’iter burocratico di: Piano Regolatore, Legge sugli Stadi e convenzione urbanistica per la pubblica utilità. Nulla di nulla, terreno disponibile, collegamenti stradali pronti e trasporto pubblico garantito dalla Metro C e da un possibile prolungamento della Metro A da Anagnina, progetto tra l’altro che risale al Giubileo del 2000 e mai realizzato per la ristrettezza dei tempi. La Roma vede finalmente la luce per il progetto del suo stadio di proprietà. Quel che viene da chiedersi è: “A che prezzo?”

REDAZIONE